Draghi sull'Italia: "Instabilità prolungata potrebbe minacciare la fiducia"

Draghi sull'Italia:

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Tuttavia questa stessa crescita, ha poi sottolineato Draghi, potrebbe essere messa a rischio dal "protezionismo in aumento" e da altri fattori globali, come l'andamento del cambio dell'euro.

Per quanto riguarda il programma di acquisti, Mario Draghi ha rimosso dalla propria comunicazione il riferimento alla formula con cui la Bce si è sinora impegnata a espandere il piano di quantitative easing "in termini di entità e/o durata" nel caso di un peggioramento delle prospettive.

"L'euro è irreversibile": ha detto il presidente della Bce Mario Draghi in risposta a una domanda che citava l'esito del voto in Italia come segnale di un'affermazione di forze antieuropee, proprio quando altri Paesi dell'Unione stanno cercando di rafforzare la governance delle istituzioni europee. L'eliminazione dell'easing bias viene visto dagli operatori come una sorta di primo passo, anche se piccolo, verso l'archiviazione delle misure di stimolo che da tempo inondano il mercato di liquidità, e che tra l'altro fungono da ombrello di protezione nei confronti di quei Paesi che hanno un elevato debito pubblico. Per Paesi con alto debito. Del caso specifico "non ne abbiamo discusso oggi", ha comunque precisato.

La Bce ha lasciato i tassi d'interesse invariati: il tasso principale resta fermo allo 0%, quello sui prestiti marginali allo 0,25% e quello sui depositi a -0,40%.

Mario Draghi ha rilasciato le previsioni economiche e di politica monetaria, attese dai mercati dopo un mese di dati ciclici leggermente deludenti. La decisione é in linea con le attese del mercato.

Il consiglio direttivo dell'Eurotower si attende che i tassi di interesse "si mantengano su livelli pari a quelli attuali per un prolungato periodo di tempo e ben oltre l'orizzonte degli acquisti netti di attività", cioè anche dopo la fine del quantitative easing.