Catania, ragazza muore di morbillo

Catania, ragazza muore di morbillo

Le hanno prestato le cure, non dico di no, ma poi per me c'è stata negligenza. L'età mediana è stata 25 anni.

Una ragazza di 25 anni, Maria Concetta Messina, è morta a causa del morbillo nell'ospedale Garibaldi di Catania. Come riporta La Sicilia, i familiari di Maria Concetta hanno presentato una denuncia ai carabinieri, che hanno sequestrato le cartelle cliniche. Nello stesso periodo è stato segnalato un caso di rosolia. Stando a quanto raccontato dalla madre, la 25enne aveva chiesto al medico di famiglia di essere visitata dopo che le erano spuntate delle "bollicine" in bocca. Poi dopo la comparsa delle macchie sulla pelle è andata al pronto soccorso dove è stata ricoverata. La Sicilia scrive che quando è arrivata in Rianimazione la ragazza non avrebbe mostrato una sintomatologia eclatante, ma l'evoluzione negativa della malattia è stata repentina. "È rimasta buttata su una barella per ore, assieme ad altre persone malate di morbillo nella stessa stanza", accusa la madre. "Si tratta della terza persona morta a causa di complicanze da morbillo tra la fine del 2017 e il 2018 a Catania". La mamma di Maria Concetta Messina, Maria Di Bella, ai giornali dichiarato: "Me l'hanno ammazzata". Sono i dati forniti dal bollettino dell'Istituto Superiore di Sanita'. Allora l'Asp aveva sottolineato l'incidenza molto alta nel distretto catanese parlando di "epidemia di morbillo in atto", con picchi piu' alti del solito, piu' prolungata nel tempo e che tende a colpire non soltanto l'infanzia, ma anche gli adulti.