Catania, Giornate Fai di Primavera: giovedì la presentazione

Catania, Giornate Fai di Primavera: giovedì la presentazione

Manca sempre di meno all'appuntamento con le Giornate del Fai 2018, attese per il primo weekend di #Primavera, sabato 24 e domenica 25 marzo.

Aperture straordinarie anche nei Gruppi FAI di Bagheria, Caccamo, Carini e Corleone; e poi ancora ad Enna, Messina, Agrigento, Caltanissetta, Catania, Ragusa, Siracusa, Trapani. I visitatori potranno avvalersi anche quest'anno della guida degli Apprendisti Ciceroni, giovani studenti che illustreranno aspetti storici e artistici dei monumenti.

Ci sono i luoghi più istituzionali, e sempre affascinanti, come Palazzo d'Orleans e Palazzo dei Normanni, dove si riuniscono le commissioni parlamentari, o Palazzo delle Aquile, sede del Comune di Palermo. Sarà consentito anche l'accesso al rifugio antiaereo del palazzo municipale. E infine Palazzo Comitini, scrigno di bellezza che rievoca i fasti del Gattopardo con i suoi scaloni baroccheggianti e i pavimenti maiolicati, gli affreschi e le tele alle pareti, la lussuria dei sofà e la preziosità dei mobili, i saloni damascati e la sala da ballo. Attualmente è sede della Città Metropolitana di Palermo, ex Provincia regionale di Palermo. In particolare le aperture di sabato 24, dalle ore 15 alle 18, e di domenica 25 marzo, dalle 10.30 alle 18, nello specifico saranno: lo studio Meroni-Pillitu, facente parte del lascito di Paola Pillitu scomparsa nel 2013 (situato in Corso Vittorio Emanuele a Palazzo Pierleoni); il Seminario Vescovile con l'Archivio Diocesano e la Biblioteca Storti-Guerri (in via S. Girolamo, 2); la Fondazione Cassarotti (in via M. Angeloni, 8).

In provincia la Delegazione propone invece l'itinerario "Alla scoperta di Castelbuono", un percorso che racconta lo sviluppo dell'insediamento urbano di origine medievale con le visite guidate ai principali edifici civili e religiosi: il Castello dei Ventimiglia, la Chiesa dell'Annunziata, la Matrice Vecchia, la Torre dell'Orologio, il Museo Palumbo, la Chiesa di San Francesco, la matrice Nuova e la Chiesa dell'Itria.

Per conoscere tutti i luoghi aperti visita il sito del Fai.

Le visite nei singoli luoghi saranno a cura degli "Apprendisti Ciceroni" del Liceo Classico "Plinio il Giovane", degli istituti d'istruzione superiore "Franchetti-Salviani" e "Patrizi-Baldelli-Cavallotti", accompagnati e supportati dai loro professori e dai volontari del Fai.

Per l'elenco completo delle aperture sarà possibile consultare il sito www.giornatefai.it o telefonare al numero 02 467615366.