Amichevole, Argentina-Italia finisce 2-0 per l'Albiceleste

Amichevole, Argentina-Italia finisce 2-0 per l'Albiceleste

Ma nel finale di tempo, quando la squadra di Sampaoli prova ad alzare definitivamente le marce, trova sul proprio cammino un ottimo Buffon. Continueremo a lavorare, dopo l'esclusione dal mondiale abbiamo il dovere di ripartire da zero e quello di stasera può essere un buon punto di partenza. Mi dispiace non aver fatto gol, abbiamo giocato una buona gara e il 2-0 mi sembra un passivo pesante.

Il match amichevole tra Argentina e Italia, in programma questa sera a Manchester, con calcio d'inizio alle ore 20:45, sarà visibile su Rai 1.

Il nuovo ciclo della Nazionale dopo l'incredibile delusione Mondiale riparte con una sconfitta. La scena politica, ricoprendo un ruolo importante per l'Italia, potrebbe rappresentare una soluzione gradita al 'portierone' che non disdegna anche l'ipotesi Team manager azzurro, posto oggi coperto da Oriali.

Il ct della nazionale italiana, Gigi Di Biagio schiererà il 4-3-3. Peccato per il risultato perché non meritavamo il ko, ma guardiamo alla prestazione.

Tutti gli indizi lasciano pensare che Gigi Di Biagio sceglierà un 4-3-3 per il suo esordio in panchina con Bonucci e Rugani (Chiellini e Romagnoli sono infortunati) in difesa, Florenzi e Spinazzola sulle corsie laterali, Verratti, Parolo e Bonaventura a centrocampo, Candreva e Insigne a dare support ad Immobile.

All'Etihad di Manchester Sampaoli aveva rinunciato alla classe di Messi (fastidio muscolare) ma non alla formula 4-2-3-1 con Lo Celso al posto della Pulce, anche se la sua posizione in campo la prende piuttosto Lanzini.

Questo un estratto delle parole pronunciate dall'esterno destro giallorosso: "Ci vorrà un bel po' per togliere la macchia". Ci sono ottimi margini di miglioramento. "Dobbiamo giocare il nostro calcio e far male quando avremo l'occasione".

Non c'è tempo da perdere, l'Italia va rifondata subito, immediatamente.

È necessario capire le dinamiche e velocizzare ciò che proviamo in allenamento.

34' - Errore di Otamendi, ne approfitta Pellegrini che scorge Caballero fuori dai pali e conclude: conclusione che si spegne a lato. Torna dunque in campo la nazionale, a distanza di 5 mesi dalla partita che ci è costata il mondiale contro la Svezia. "Purtroppo abbiamo preso queste due ripartenze e loro sono stati bravi a segnare". E' questa una delle prime idee che viene in mente al tifoso napoletano medio. Continuerò ad impegnarmi per metterlo in difficoltà. Se arrivano i gol meglio ancora. Pensavo di andare con l'under 21.

Anche la tradizione non sembra del tutto favorevole alla nostra Nazionale. E' stato toccante il minuto di silenzio, era un omaggio dovuto ad Astori.