Amazon vuole diventare una banca, le altre banche crollano in borsa

Amazon vuole diventare una banca, le altre banche crollano in borsa

Amazon è in trattative con alcune grandi banche, inclusa JPMorgan, per realizzare un prodotto simile ai conti correnti da offrire ai clienti del colosso di Jeff Bezos. Il conto corrente di Amazon è pensato per i più giovani che non hanno ancora un istituto bancario di riferimento. Tuttavia, la notizia è bastata a far perdere punti in Borsa alle azioni delle grandi banche Usa: “Quando i giornali scrivono che Amazon prepara unofferta di checking account con JPMorgan, gli investitori prima vendono e poi cercano di capire che cosa succederà”, ha commentato Adam Sarhan, Ceo di 50 Park Investments.

Il conto corrente 3.0 di Amazon ha lo scopo di abbattere le commissioni delle transazioni sulla piattaforma. E al contempo di raccogliere dati sui redditi dei consumatori e sulle loro abitudini di spesa, elemento quest'ultimo considerato oggi linfa vitale per chi opera su Internet, talvolta al pari delle inserzioni pubblicitarie. La medesima fonte parla dell'intenzione di Amazon di avvicinarsi soprattutto ai giovani, mentre per quanto riguarda gli istituti di credito contattati svetta il nome di JP Morgan Chase, il colosso a stelle e strisce leader assoluto nei servizi finanziari. Ma anche se il gigante dell'e-commerce non diventerà formalmente un istituto di credito, di fatto si proporrà come operatore in grado di agevolare il pagamento di servizi e prodotti (abbattendo i costi) attraverso un apposito conto corrente. Secondo un sondaggio condotto fra 1.000 clienti Amazon, il 38% si fiderebbe del colosso di Bezos nel gestire le sue finanze allo stesso modo in cui si fida di una banca tradizionale. E per fare ciò si è rivolto in particolare Bank of America-Merrill Lynch, altra Big di Wall Street col quale Amazon ha stretto una partnership per rafforzare il servizio già esistente di "Amazon Lending", il braccio finanziario della società di Seattle. La presenza di Amazon a Wall Street è importante ai fini dell'ampliamento strategico e tutto a beneficio dei dipendenti dell'azienda.