Sparatoria in una scuola in Florida: ci sono morti e feriti

Sparatoria in una scuola in Florida: ci sono morti e feriti

Sparatoria in una scuola di Parkland, in Florida, negli Stati Uniti. Le forze dell'ordine sul posto hanno ordinato agli studenti di barricarsi all'interno degli edifici del campus.

Trump aveva promesso, prima di Natale, di rendere le scuole più sicure così, ora, da più parti, lo si accusa di non aver fatto ancora nulla per attuare il suo proposito o per limitare la diffusione delle armi facili. Secondo un primo bilancio reso noto dai media statunitense, ci sarebbero almeno tre morti e una cinquantina di feriti. Tra le vittime vi sarebbe una professoressa, raggiunta dai colpi del killer mentre proteggeva uno degli studenti della Marjory Stoneman Douglas High School. Lo ha detto una testimone, la mamma di uno degli studenti del liceo, a una tv locale, spiegando che l'insegnante stava proteggendo un alunno.

Sparatoria in una scuola di Parkland, in Florida.

Impressionanti le immagini riprese da uno studente con uno smartphone in una classe del liceo. Fuggito dalla scuola, è stato catturato a circa un chilometro e mezzo di distanza e si è consegnato agli agenti senza opporre resistenza. Lo riferiscono i media americani citando alcune fonti.

Secondo un insegnante di matematica, Jim Gard, di cui Cruz era stato alunno, l'anno scorso al giovane era stato vietato di entrare nel campus con lo zaino e "c'erano stati problemi perché minacciava gli altri studenti".

Nelle scuole americane si è tornato a sparare. I dati sono quelli di Everytown For Gun Safety, associazione che si batte per un maggior controllo sulla vendita delle armi da fuoco.