Sgarbi insulta sui social la figlia di Strada, Fava: "Musumeci lo rimuova"

Sgarbi insulta sui social la figlia di Strada, Fava:

"Diciamo che la questione non è politica, e finirei qui".

Peccato che in Italia basta una donna attivista e libera come Cecilia Strada che pubblica sui social una foto contenente una scritta goliardica sui muri per scatenare le peggiori reazioni sessiste non solo della rete, ma della politica declinata al maschile, fra i quali spiccano Ignazio La Russa e Vittorio Sgarbi. Bisogna riconoscere che il sesso è un'altra cosa e non ha orientamento politico.

Non c'è giorno che non si parli del critico d'arte ferrarese Vittorio Sgarbi.

Il Movimento Cinque Stelle non ci sta: "Vittorio Sgarbi ricopre un ruolo istituzionale in Sicilia e ha superato ogni limite".

Nel pomeriggio arriva anche la replica di Cecilia Strada: "Ma è ovvio che era ironia, non è che posso andare a consigliare veramente alla gente con chi andare a letto e con chi no, su!"

Questo articolo ha ricevuto commenti!

Strada ha poi voluto spiegare il perché di quel post ironico, tanto criticato: "Io credo nell'ironia come arma per i momenti duri, questo è un momento duro di clima italiano. Davanti a tutto questo ho reagito con una battuta 'Non fate sesso con i fascisti'".

Il M5S sta predisponendo anche una mozione di censura, atto attraverso il quale il parlamento manifesta il venir meno del rapporto fiduciario con il governo. "Rispondere sulle qualità fisiche mie non è una risposta competente da un punto di vista intellettuale". Ed ha poi concluso dicendo: "Meglio allora la risposta di Daniela Santanchè che ha detto 'Il problema non è l'amore, l'amore è sempre una cosa bellissima". Il problema è poi quando i bambini crescono perché poi i comunisti se li mangiano'. Comunque, preferisco quello che le donne non dicono'.

E mentre Pierobon si appresta ad entrare nella squadra di governo, Sgarbi ha confermato che a maggio lascerà l'incarico per assumerne un altro a livello nazionale: "Sarà un tempo breve quello dedicato al mio mandato, ma non tanto breve da non dare delle linee guida".

"Non sono sorpresissima. Nel senso che io è da un po' che ho fatto i conti con la realtà del fatto che non è che se fai un lavoro buono automaticamente sei una brava persona". Quindi non rompa i co. è ora di finire con questa storia delle dimissioni.