Scajola si candida a Imperia: "Facciamo tornare bella la città"

Scajola si candida a Imperia:

L'ex ministro Claudio Scajola èstato assolto dal giudice di Imperia perché il fatto nonsussiste dal reato di finanziamento illecito a singoloparlamentare. Scajola era stato accusato di avere ottenuto degli sconti per i lavori di ristrutturazione della Villa Ninina, residenza di famiglia in quel d'Imperia. A riguardo il PM aveva affermato la penale responsabilità di entrambi gli imputati, Scajola e Vento, chiedendo però il non luogo a procedere per intervenuta prescrizione. Scajola ha sempre negato gli addebiti. Ipotesi confortata dall'ingegnere Lorenzo Branca, che nella relazione della perizia ha definito "congrue" le cifre pagare da Scajola. Oggi mi prendo un giorno di relax, perché sono 8 anni che mi bastonano e questi ultimi giorni sono stati pesanti: la notte scorsa mi sono riletto tutti i giornali, le dichiarazioni, le parole che sono state dette.

L'ex ministro è stato anche assolto dall'accusa di arricchimento patrimoniale per il ritardo con cui pagò i 705 mila euro per l'avanzamento dei lavori, procurando un danno patrimoniale all'impresa e non pagando gli interessi dovuti. "Non posso non ricordare chi mi è stato vicino, così come con un po' di tristezza, non riesco a dimenticare chi ci ha speculato sopra e coloro, a me vicini, che non mi sono stati vicini" ha commentato Scajola. È quanto dichiara l'avvocato Elisabetta Busuito, legale dell'ex ministro. "È finito un periodo, ne inizierà un altro" ha aggiunto. "Ritengo a questo punto che si dovrebbe guardare con grande rispetto al calvario subito da quest'uomo".