Quotidiani, indagato candidato M5S

Quotidiani, indagato candidato M5S

Salvatore Caiata, presidente del Potenza Calcio e candidato per il Movimento 5 Stelle in Basilicata, è indagato a Siena per riciclaggio.

Sul fronte politico, sarà invece il M5S a doversi esprimere sulla candidatura di Caiata, che era stata lanciata da Luigi Di Maio.

Caiata è entrato nel mirino dei magistrati senesi nell'indagine che riguarderebbe il reimpiego di fondi con Cataldo Staffieri, il responsabile de La Cascina per Toscana e Umbria e con il quale nel 2014 stava per rifondare il Siena calcio dopo il fallimento della società in mano a Massimo Mezzaroma. La Guardia di Finanza impegnata a controllare i documenti puntano sul reimpiego di capitali attraverso alcune aziende e conti correnti anche esteri e passaggi di proprietà. Caiata ha 47 anni ed è anche un imprenditore nel settore della ristorazione. Caiata è molto famoso a Siena per i suoi investimenti nei locali maggiormente frequentati da cittadini e turisti, tanto da essere stato soprannominato "il proprietario di piazza del Campo".

L'INDAGINE Al centro delle verifiche disposte dai pm ci sono questi trasferimenti di immobili e capitali che, oltre a Caiata e Steffieri, si allargano ad un altro imprenditore molto noto nella zona: Igor Bidilo, kazako inserito nel cda della multinazionale Usa Atek che si occupa di tecnologie informatiche e meccaniche, specializzato tra l'altro nell'affitto di aziende.

La candidatura di Caiata aveva suscitato polemiche alla fine di gennaio.

Nel 2009 Caiata aveva fatto parte del coordinamento provinciale di Siena di Forza Italia e alla elezioni del 4 marzo è candidato per il Movimento 5 Stelle nel collegio uninominale della Camera di Potenza. Tra i locali coinvolti, anche alcuni dei bar Nannini della città. Socio con il 49% della Sielna è Constantin Maxim, un cittadino romeno che risulta anche socio e amministratore di una serie di scatole societarie alle quali fanno capo attività nel settore della ristorazione, della consulenze e delle pulizie. Un anno fa ha partecipato alla gara per aggiudicarsi il monastero di Sant'Orsola di Firenze, dove voleva aprire una scuola internazionale e una Spa con impianto termale.