Poste Italiane sale a Piazza Affari dopo i conti

Poste Italiane sale a Piazza Affari dopo i conti

"Confermiamo la distribuzione dell'80% dell'utile netto preliminare del 2017, corrispondente a un dividendo di 0,42 euro per azione, in aumento rispetto al 2016".

Considerando i servizi finanziari, Poste Italiane chiude il 2017 con una raccolta diretta cumulata Bancoposta che, a 56 miliardi di euro, cresce anno su anno del 12%. Ieri 19 febbraio 2018 a mercati chiusi, la società che si occupa della gestione del servizio postale in Italia ha comunicato i risultati preliminari del 2017, sorprendendo positivamente gli analisti.

Utili più forti del previsto nel 2017 per le Poste Italiane, anche se i ricavi risultano leggermente inferiori alle aspettative del mercato. Confermate dunque le promesse di distribuzione di una cedola pari all'80% dell'utile netto. Complessivamente agli azionisti verranno distribuiti 548,56 milioni. La quota per il Tesoro che ha in portafoglio il 29,26% delle azioni sarà quindi di circa 160,5 milioni; L'assegno per Cdp, che ha il 35% sarà di circa 192 milioni. La posizione finanziaria netta industriale registra un avanzo di 1.029 milioni, +15,2%. Quanto ai ricavi, il settore assicurativo e del risparmio gestito, in un contesto di mercato caratterizzato da una contrazione della raccolta assicurativa, ha contribuito con 24,4 miliardi di ricavi totali, in aumento del 2,4% rispetto al precedente esercizio; stabile il settore operativo finanziario, che ha generato ricavi da mercato per 5,2 miliardi, mentre il settore dei Servizi postali e commerciali ha registrato ricavi pari a 3,6 miliardi, in calo del 5% rispetto al 2016, con i ricavi del comparto pacchi (pari a 693 milioni, in aumento del 6,7% rispetto al precedente esercizio) che hanno mitigato gli effetti della fisiologica riduzione dei volumi sulla corrispondenza. Negli ultimi mesi, il Gruppo POSTE e' stato impegnato nella definizione di un nuovo Piano Industriale atto a consentire un'ulteriore ed equilibrata crescita del business, nonche' a continuare a percorrere il sentiero evolutivo nel processo di innovazione del Paese. Il valore beneficia principalmente dell'incremento delle riserve tecniche del comparto assicurativo Vita, della raccolta diretta BancoPosta e dei fondi di investimento. "Proseguirà, inoltre, lo sviluppo di un modello integrato di offerta di servizi assicurativi".

Matteo Del Fante giudica "incoraggiante l'aumento dei ricavi nel comparto pacchi, segno - dice - della capacità dell'azienda di cogliere le crescenti opportunità dello sviluppo dell'e-commerce in Italia". In data 27 febbraio 2018, e' programmato un incontro con la comunita' finanziaria per la presentazione di un nuovo piano strategico del Gruppo POSTE Italiane.

Per questo motivo le suddette azioni Poste Italiane saranno oggi le sorvegliate speciali sulla Borsa di Milano, nonostante un'apertura poco entusiasmante.