Piacenza/ Studente picchia una professoressa: 7 giorni di prognosi

Piacenza/ Studente picchia una professoressa: 7 giorni di prognosi

La si mena lo stesso, ma questa volta a Piacenza è stato direttamente lo studente a prendere ripetutamente a botte il braccio e il fianco della professoressa, senza che intervenisse - come nel caso di Foggia ieri - un genitore rissoso e riottoso. Il ragazzino è stato sospeso con obbligo di frequenza e la scuola ha presentato una denuncia per infortunio sul lavoro e una segnalazione ai servizi sociali.

La donna è stata portata in ospedale con una prognosi di sette giorni. Per non parlare dell'insegnante di Caserta accoltellata da un 16enne che voleva interrogare per fargli recuperare un'insufficienza.

Torna di scena la violenza sui banchi di una scuola italiana. Il protagonista dell'episodio è un ragazzino che frequenta la prima media di un istituto della provincia di Piacenza. "Fatti violenti contro insegnanti di Piacenza, chiediamo di perseguire duramente i responsabili: i genitori rispondano delle azioni dei figli", è quanto ha detto Salvatore Pizzo, coordinatore della Gilda degli Insegnanti di Piacenza e Parma, commentando la notizia dell'aggressione subita dalla professoressa. La Gilda "inviterà formalmente l'Ufficio scolastico regionale dell'Emilia-Romagna e l'Avvocatura dello Stato di Bologna ad agire nelle competenti sedi giudiziarie". Non siamo disposti a tollerare oltre questo buonismo dell'Amministrazione scolastica, la cui scarsa reattività andrebbe meglio sanzionata. Salvatore Pizzo, coordinatore della Gilda degli Insegnanti di Piacenza e Parma, rivolgendosi ai colleghi vilipesi afferma: "Anche se non dovessero essere nostri iscritti siamo disposti a sostenerli e ad assisterli per quanto è nelle nostre possibilità".