Perché Cia e Fbi sconsigliano di usare prodotti Huawei

Perché Cia e Fbi sconsigliano di usare prodotti Huawei

Lo riferisce la CNBC. Questa volta però a dare voce alle proprie preoccupazioni sono intervenute contemporaneamente l'Fbi, la Cia, l'Nsa e altre tre agenzie di intelligence, che hanno esplicitamente raccomandato a istituzioni e cittadini di non utilizzare i gadget prodotti dalla società.

"Siamo molto preoccupati circa i rischi di consentire a qualsiasi azienda o entità che dipenda da governi stranieri che non condividono i nostri valori, della possibilità di conquistare potere all'interno delle nostre reti di telecomunicazioni". E fornisce la capacità di condurre uno spionaggio non rilevato.

Non è la prima volta che la community d'intelligence americana punta il dito contro Huawei, che è fondata da un ex ingegnere dell'Esercito Popolare Cinese e che è stata più volte descritta dai politici statunitensi come un "braccio del governo cinese".

Si tratta di un vero e proprio allarme perchè alcuni strumenti prodotti in Cina da gruppi come Huawei o ZTE, rappresenterebbero una minaccia per la sicurezza nazionale.

Un portavoce di Huawei ha risposto alle accuse, dichiarando che la società è presente in ben 170 Paesi in tutto il mondo e di avere la fiducia di tutti i governi; inoltre, i suoi standard di sicurezza e rispetto dell'utente sono tra i più elevati al mondo. Queste, in sintesi, sono le preoccupazioni che hanno da sempre bloccato lo sbarco delle antenne e dei prodotti legati alla connettività di Huawei su suolo americano e che ora colpiscono anche gli smartphone. Almeno nel breve termine.