Ornella Vanoni: Sanremo non è di destra o sinistra, voto Bonino

Ornella Vanoni: Sanremo non è di destra o sinistra, voto Bonino

L'inedito trio, nato da un'idea del produttore Mario Lavezzi, sarà in gara tra i big di Sanremo 2018 che prenderà il via domani martedì 6 febbraio. Anche per questo motivo ha voluto essere una delle firmatarie, con altri numerosissimi autori, della petizione per la modifica del regolamento del Festival della Canzone Italiana, che, guarda caso, anche grazie a Claudio Baglioni, con lei è stata applicata.

"Ma che cosa vuol dire - ha detto poi la Vanoni a chi le chiedeva se il festival fosse di destra o sinistra e citando poi la famosa canzone di Giorgio Gaber - che cazzo vuol dire, è il festival della canzone, belle o brutte, a Celine non hanno mai dato il Nobel perché era d destra ma il talento non ha partito". Il trio gareggerà con il brano "Imparare ad amarsi".

Quella della Vanoni, quindi, è una sfida e - nonostante la sua storica carriera alle spalle - ha scelto di accettarla portando con sé, per un'ultima volta su quel palco, due ottimi compagni di viaggio come Bungaro e Pacifico. "Premio Enzo Bigazzi per la migliore composizione musicale".

Dopo l'ennesima esperienza sanremese, Ornella Vanoni proseguirà il suo tour che la porterà in giro per il nostro Paese, da nord a sud, in diversi teatri italiani dove avrà l'opportunità di presentare la sua nuova raccolta attesa nei negozi dischi già a partire dal prossimo 9 febbraio ed intitolata Un pugno di stelle.

Ornella Vanoni, Bungaro e Pacifico vincono il premio Sergio Endrigo "Migliore Interpretazione" e il premio Dopofestival "Baglioni D'Oro" alla migliore canzone secondo i cantanti in gara alla 68° edizione del Festival di Sanremo. Poco, c'è da scommetterci": "e, visto che si è a Sanremo, città dei fiori, allora se son rose... La traccia è stata descritta dai tre artisti come una "ballata sentimentale e raffinata". Nel brano si accenna anche ad una storia d'amore che finisce e contiene una frase davvero significativa: "bisogna imparare ad amarsi, bisogna imparare a lasciarsi".