Ministri, vietato il sesso con i dipendenti

Ministri, vietato il sesso con i dipendenti

La storia extraconiugale del vice premier australiano con un'assistente si è diventata in uno scandalo per il governo.

E infatti in questi giorni in Australia non si parla d'altro che dell'affaire Joyce- Campion che ha creato tanto imbarazzo da convincere il premier Malcolm Turnbull a proibire d'ora in avanti ai ministri del governo conservatore di avere relazioni sessuali con i propri dipendenti. I partiti all'opposizione hanno invitato Joyce a dimettersi.

Il politico, 50 anni, dello schieramento conservatore, ha poi dovuto scusarsi pubblicamente con sua moglie, la famiglia, gli elettori e anche l'impiegata 33enne rimasta incinta, Vikki Campion, dopo gli attacchi contro il governo di centrodestra australiano che hanno messo a dura prova l'alleanza tra il Liberal Party di Turnbull e il National Party di Joyce e dunque la tenuta dello stesso. Il caso è stato molto discusso ed è diventato pubblico la scorsa settimana a causa della pubblicazione di una foto sul Sydney's Daily Telegraph.

"Nel 2018 non è accettabile che i ministri abbiano relazioni sessuali con qualcuno che lavora per loro". Da qui, il divieto per tutti i "ministri, a prescindere che siano sposati o meno, di avere relazioni sessuali con lo staff".