Liga, presunta combine in Levante-Saragozza del 2011: 41 indagati

Liga, presunta combine in Levante-Saragozza del 2011: 41 indagati

Per la prima volta nella storia del campionato spagnolo, un caso di presunta combine finisce direttamente in un tribunale penale: pochi giorni fa è stato infatti riaperto il caso legato a Levante-Saragozza, l'ultima giornata della Liga 2010/2011.

Rischia di diventare un problema per la Lazio una, all'apparenza, normale partita della Liga spagnola, giocata il 21 maggio 2011: in campo Levante e Saragozza, a vincere sono gli ospiti per 1-2. A riportare la notizia è il quotidiano spagnolo 'Marca'.

Secondo gli inquirenti il Saragozza avrebbe versato in liquidi 1 milione di euro al Levante per assicurarsi i 3 punti. Soldi che poi sarebbero stati ridistribuiti a giocatori e dirigenti. La prova regina che inchioderebbe i giocatori del Levante sarebbe riconducibile alle differenze nelle spese sostenute dagli stessi calciatori da un'estate all'altra: se infatti in quella del 2010, i calciatori del Levante avevano speso cifre altissime per portare in vacanza le rispettive famiglie, in quella del 2011 vengono colpiti da un'austerity improvvisa e apparentemente inspiegabile. Secondo l'accusa, come riporta Gazzetta.it, sono 9 i giocatori che hanno ricevuto denaro per farsi superare dagli avversari. Quanto invece a Caicedo, all'epoca in prestito al Levante dal City, non avrebbe incassato denaro, ma è nel registro degli indagati come persona a conoscenza dei fatti.

Il caso, inizialmente archiviato, è stato riaperto grazie alla testimonianza dell'attuale centrocampista dell'Atletico Madrid, Gabi, che in quella stagione vestiva la maglia del Saragozza e in quella particolare sfida mise a segno la doppietta decisiva.

Secondo Marca, il tribunale ora chiede due anni di carcere e 6 d'inibizione da qualsiasi attività legata al calcio per i 38 indagati.