L'esplosione di una supernova catturata per caso

L'esplosione di una supernova catturata per caso

Questo il commento degli esperti astrofisici riguardo l'incredibile vicenda di Victor Buso, fabbro argentino appassionato di astronomia che per puro caso si è trovato a riprendere lo scoppio di una supernova!

Il fenomeno si è verificato quando una stella massiccia situata in una galassia molto lontana è esplosa come una supernova. La sorpresa è arrivata pochi minuti dopo: analizzando la serie di immagini appena catturate, Buso ha notato la luce di un'esplosione. Buso ha avvisato subito i professionisti che hanno confermato la scoperta. Le osservazioni di Buso insieme a quelle compiute successivamente, sono state quindi pubblicate sulla rivista Nature perché non si tratta solo di immagini, ma aiuteranno a comprendere meglio i meccanismi all'origine delle esplosioni di supernovae. In seguito al collasso del nucleo della stella si generano delle onde d'urto supersoniche che si propagano verso l'esterno della stella. Secondo gli studiosi è stato estremamente fortunato a cogliere un simile evento, dato che le probabilità di osservarlo sono di una a 10 milioni o addirittura una a 100 milioni. Tuttavia, per quanto difficile e improbabile, non è la prima volta che un astrofilo coglie in diretta la nascita di una supernova: nel 2014 ci era riuscito l'astrofilo giapponese Koichi Itagaki, e anni prima, nel 1989, l'astrofilo italiano Francesco Manzini ne aveva osservato una nella costellazione del Leone. "Le osservazioni - prosegue l'astrofisico - delle stelle nei primi momenti in cui iniziano ad esplodere forniscono informazioni non ottenibili in altro modo". Mentre riprendeva il cielo con la nuova telecamera installata al suo telescopio si è accorto che qualcosa stava accandendo nella galassia NGC613, a circa 80 milioni di anni luce da noi. La scoperta è stata poi seguita dall'astronoma Melina Bersten e dai suoi colleghi dell'Istituto di Astrofisica di La Plata in Argentina, che hanno anche provato a calcolare in numeri la 'fortuna' dell'astrofilo argentino.