Inter, la conferenza stampa di Luciano Spalletti (LIVE)

Inter, la conferenza stampa di Luciano Spalletti (LIVE)

Un messaggio che evidentemente non ha colto nel segno, se a distanza di due settimane Spalletti è tornato sull'argomento andando anche oltre e preannunciando provvedimenti: "Di questa cosa ne parlerò con il presidente e prenderemo provvedimenti: continuate a fare nomi, qualcuno ve li dirà".

Di Francesco. "Se mi sono sentito tirato in ballo da lui?" L'allenatore sono io. Dobbiamo ancora lavorare perché manca ancora tantissimo alla fine. I centrocampisti comunque restano tre, abbiamo tutti che sanno fare un po' di tutta questa alternanza è una qualità da sfruttare. Se si vedono come e quanti metri fa, si vede che c'è differenza. "Vedrete che rimarrà all'Inter per diversi anni". Anche questa settimana ha saltato due sedute. Questa la replica del tecnico dell'Inter: "Secondo me Totti si è espresso in modo inequivocabile: questa sua dichiarazione segna un punto preciso su quello che è il nostro rapporto".

Brozovic titolare? "No, ho scelto un altro titolare". Candreva? Mai messo in discussione, lui è uno di quelli che sicuramente in fondo farà vedere i suoi numeri che saranno a posto. L'allenatore della Roma al termine della partita contro il Benevento aveva dichiarato: "Ci sono squadre che fanno mezzo tiro in porta e stanno più su in classifica o vincono le partite", un chiaro riferimento all'Inter. Nell'ultima partita non mi è piaciuto cos'ha fatto la squadra in superiorità numerica e quella che è stata la qualità e la ricerca. Gli vogliono bene tutti nello spogliatoio. Questo fatto che l'erba del vicino è sempre più verde, per me non è così. Ha tutte le carte in regola per diventare un buon calciatore mantenendo attenzione sul processo di crescita. "Però la sua volontà è stata questa, quindi non ho nessun rimpianto".

"Ci sono e ci possono stare delle ricadute". Skriniar intende restare: "Non avevo dubbi, quella traduzione è stata fatta fuori da un ristorante all'una di notte (sorriso, ndr)". Stasera non guarderò il Racing (squadra di Lautaro Martinez, ndr), devo pensare alla mia squadra è a dormire per non essere rintronato.