Higuaín non basta alla Juventus, il Tottenham rimonta ed è 2-2

Higuaín non basta alla Juventus, il Tottenham rimonta ed è 2-2

I bianconeri, secondi nel girone dietro al Barcellona, ospitano gli Spurs, primi davanti al Real Madrid. Solo un'assenza nel Tottenham: non convocato il difensore belga Alderweireld. Pochettino, cuore argentino e sangue italiano, se la prende in continuazione con il quarto uomo perché Allegri sta sempre fuori dall'area tecnica e lui invece è costretto a rimanerne all'interno. Titolarissimo, naturalmente, lo spauracchio Kane. Il triplice fischio finale segna la delusione della Juve che dopo dieci minuti dall'inizio del match si trova già con il vantaggio della doppietta di Higuain. Sugli sviluppi del primo affondo bianconero, Miralem Pjanić si guadagna una punizione dai 35 metri e la batte personalmente: il playmaker bosniaco chiama uno schema e serve Gonzalo Higuaín con un delizioso tocco morbido. Dubbi sulla posizione di partenza del numero 9.

Un paio di accelerate di Costa fanno guadagnare due corner ai bianconeri che però non riescono a capitalizzare. Bernardeschi avrebbe la palla del 3 - 2, ma il suo sinistro a giro, smorzato dalla difesa, è parato da Lloris. L'azione parte da Pjanic che, da fermo, lancia perHiguain. Buffon salva due vole su Kane, Higuain spreca la ripartenza del 3-0 e poi arriva l'inevitabile 2-1, firmato proprio dall'uomo puù atteso.

De Sciglio 6.5: molto attento in difesa, strepitosa una chiusura su Alli in area. Non accetto che l'ambiente si deprima per un pareggio 2-2 contro il Tottenham. Nessuno ha mai detto che la Juventus era favorita in questo ottavo di finale. Scena che praticamente si è ripetuta sette minuti dopo: rigore decretato per un fallo tanto netto quanto inutile di Davies su Bernardeschi e raddoppio ancora dell'argentino con il portiere londinese che tocca ma non trattiene.

Nella ripresa la Juve sembra controllare meglio la gara. Vertonghen ha anticipato Higuain rischiando l'autogol dopo una percussione sulla sinistra di Douglas Costa, ma è stato l'ultima chance dei bianconeri, a loro volta con poche energie nel finale. Alli si guadagna una punizione dal limite e Christian Eriksen la tramuta in gol beffando Buffon - colto in controtempo - con un rasoterra che si insacca sul palo di competenza del portiere. Così, nonostante il risultato negli spogliatoi con l'umore migliore ci va il Tottenham, che chiude addirittura in netto crescendo.

La partita di questa sera si è giocata all'Allianz Arena di Torino, mentre il ritorno si giocherà mercoledì 7 marzo a Londra.

MARCATORI: 2′ Higuain, rig. 9′ Higuain (J); 35′ Kane, 26' st Eriksen (T).

Juventus (4-2-3-1): Buffon; De Sciglio, Benatia, Chiellini, Alex Sandro; Khedira (66′ Bentancur), Pjanić; Douglas Costa (92′ Asamoah), Bernardeschi, Mandžukić (76′ Sturaro); Higuaín. (23 Szczesny, 8 Marchisio, 24 Rugani, 37 Muratore).

TOTTENHAM (4-2-3-1): Lloris; Aurier, Vertongen, Sanchez, Davies; Dier, Dembelè; Lamela (Dall'88' Lucas), Alli (Dall'84' Son), Eriksen (Dal 91' Wanyama); Kane. All.