Foggia, arrestato il presunto responsabile dell'aggressione al vicepreside

Foggia, arrestato il presunto responsabile dell'aggressione al vicepreside

Andò a fare giustizia, alla scuola media "Murialdo" di Foggia, il 38enne al figlio, picchiando il vicepreside che è gravato da una prognosi di un mese.

Sabato 10 febbraio vicepreside dell'istituto, Pasquale Diana, è stato aggredito durante le lezioni, riportando lesioni guaribili in 30 giorni, dal genitore di un alunno che aveva rimproverato il giorno prima.

Nell'ambito di un'attività coordinata dalla Procura della Repubblica di Foggia, la polizia ha eseguito la misura cautelare detentiva per i reati dei violenza o minaccia a pubblico ufficiale e lesioni gravi nei confronti di C.D., pregiudicato foggiano classe 1980.

Il Questore di Foggia, Mario Della Cioppa, ha provveduto a firmare la proposta al Tribunale di Bari per l'applicazione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno, in considerazione della pericolosità sociale del soggetto.

L'aggressione sarebbe stata compiuta dal 38enne per un rimprovero che il vicepreside Pasquale Diana aveva fatto al figlio undicenne il giorno prima. La notizia, già riportata dai giornali locali, è stata confermata oggi con ulteriori particolari su quanto avvenuto. Arrestato dalla polizia il padre dell'alunno rimproverato a scuola dal suo insegnante. "Il professore - si sottolinea ancora - non ha reagito in alcun modo ai numerosi e violenti colpi che gli venivano inferti alla testa e all'addome, fino a quando i presenti non sono riusciti ad allontanare l'aggressore".