Elezioni, Renzi al Capitini: "Via la paura, il Pd può farcela"

Il centrodestra ha fatto un programma da 200 miliardi di euro: non li trovano nemmeno col Monopoli.

Botta e risposta tra il segretario Pd Matteo Renzi e quello del Carroccio Matteo Salvini. "Ditelo a quello in camicia verde: se mette i dazi l'Italia muore, se blocca la globalizzazione l'Italia non va all'estero" ha però ribattuto il segretario del Pd Matteo Renzi nel corso di un'iniziativa elettorale a Perugia, tornando ad attaccare Matteo Salvini. "Ma il reddito di cittadinanza significa 'non lavorate, paghiamo noi', e questa è una follia". "Non credete agli apprendisti stregoni che raccontano di miracoli - ha aggiunto -, parliamo di proposte concrete". "Il rifiuto di ogni dittatura come del nazifascimo deve essere sempre forte e chiaro, è una battaglia - ha concluso Renzi - che non deve finire mai".

Il tempo di un paio di battute con Nardella sull'ormai famosa cena da offrire ai fiorentini perché la tramvia non partirà il 14 febbraio - "non devi farla il tram è arrivato l'altra notte, con qualche giorno di anticipo" - e poi via pedalando per mezz'ora fino al Parco dei Renai, seguito da biciclette e telecamere, con qualche sosta per fare foto e la telefonata scherzosa con il ministro delle infrastrutture e dei trasporti Graziano Delrio: "Qui c'è da fare il ponte fra Lastra e Signa", ha detto a Delrio che, ridendo, ha preso l'impegno sulla realizzazione dell'opera. "E questo sarà in più rispetto agli assegni familiari, non in meno". Secondo Renzi, Di Maio ricorda quei compagni di scuola che lanciavano la provocazione da finti bulli: "Guarda che ti aspetto fuori scuola", ma all'uscita non si vedevano mai.

PERIFERIE - "Il futuro delle città passa dall'investimento che verrà fatto nei prossimi anni a tutti i livelli europei proprio nelle periferie".