E ora non bisogna sbagliare subito nella Final Eight

E ora non bisogna sbagliare subito nella Final Eight

"Vietata ai deboli di cuore".Così Stefano Sacripanti, coach della Sidigas Avellino attualecapolista della Serie A di basket ha definito la PostemobileFinal Eight 2018 che dal 15 al 18 febbraio si terrà al MandelaForum di Firenze per l'assegnazione della Coppa Italia.Appuntamento oggi nella sala 'Manuela Righini' dello stadioFranchi per alzare il sipario con Giancarlo Antognoni a fare glionori di casa: "La pallacanestro è simile al calcio anche peril fatto che a guidare le squadre protagoniste ci sono moltitecnici toscani" ha commentato il club manager dellaFiorentina.

Il programma si apre Giovedì 15 Febbraio con due quarti di finale, quello tra Sidigas Avellino -Vanoli Cremona e quello tra Umana Reyer Venezia e Fiat Torino. Da giovedì a domenica, sempre sul parquet del Mandela Forum, troveranno spazio le iniziative del progetto di inclusione "Basket and more" promosso da Lega Serie A e Ministero dello Sport, e destinato ai disabili: giovedì i ragazzi "Over Limits Firenze" di Marco Calamai, venerdì le Volpi Rosse di Firenze Basket in carrozzina, sabato la Rappresentativa Down italiana, domenica l'esibizione della sfida della nuova disciplina Baskin tra Costone Siena e Capannori. "Solo noi dello spogliatoio sapevamo di potercela fare, ci siamo guadagnati questa opportunità sul campo". "Spero anche che i nostri giocatori americani apprezzino le meraviglie di una città come Firenze".

Simone Pianigiani (allenatore): "Questo è un torneo con una formula "assurda", un vero e proprio concentrato di adrenalina in tre giorni. Per i tifosi sarà spettacolare, visto l'altissimo livello delle squadre in campo". Andrea Diana, coach della Germani Basket Brescia: "In apertura ci aspetta subito una partita dura. Contro la Virtus daremo il massimo, cercando di rivivere la favola dell'anno scorso". Il Presidente della LBA ha prontamente ricordato ai presenti una data importante per la storia: la nascita di Nelson Mandela, nato 100 anni fa, un centenario che dà ancora più importanza alla manifestazione sportiva ed alla location scelta.