Djokovic operato: "Torno a fare ciò che amo"

Djokovic operato:

La mano destra è effettivamente fasciata, ma il dottore della clinica IBRA ha negato l'intervento dicendo che il serbo già in Australia aveva una fasciatura alla mano (cosa inesatta, visto che si trattava soltanto del gomito).

Il tennista serbo, trent'anni, soffre ormai da un paio di stagioni di fastidi al gomito, che lo hanno anche costretto a star lontano dai campi di gioco per oltre sei mesi, da Wimbledon 2017 agli Australian Open 2018. L'ex numero uno del mondo, in conferenza stampa a Melbourne, non ha escluso la possibilità di andare sotto i ferri, che è sempre stata considerata come l'ultima opzione disponibile, o di prendersi un'altra pausa.

E' stato lo stesso giocatore serbo ad annunciare di essersi sottoposto a operazione, attraverso un messaggio rivolto ai suoi tifosi, postato sui suoi account social: "Sono alle prese con questo infortunio da due anni - le parole di Nole - e durante questo periodo sono stato visitato da molti medici". "A dire la verità, ho sentito tante opinioni differenti, diverse diagnosi e i suggerimenti più disparati". Tornato in Europa, in accordo col mio staff, mi sono sottoposto ad un piccolo intevento chirurgico al gomito. Non è stato facile per me scegliere quale strada intraprendere e cosa fare. Ora mi sembra di essere sulla buona strada per il pieno recupero. E' praticamente un viaggio stavolta, lo ammetto. Ora mi sento positivo e desideroso di recuperare completamente per poter ritornare il più presto possibile nel posto che amo di più in assoluto: "il tour".