Diritti Tv, nuovo colpo di scena: Mediapro diventa cinese

Diritti Tv, nuovo colpo di scena: Mediapro diventa cinese

Il vice presidente esecutivo di Sky, Riccardo Pugnalin, ha provato a fare chiarezza durante una recente intervista rilasciata ai microfoni de La Repubblica.

E poi cosa accadrà?

Prosegue la rivoluzione dei diritti tv. "Indipendentemente da tutto questo, la Serie A sarà sempre visibile su Sky". Le due principali piattaforme televisive, Sky e Mediaset avevano gridato allo scandalo al momento dell'accettazione dell'offerta spagnola con la società di Murdoch che aveva addirittura presentato ricorso. E a quel punto potrebbe intervenire nuovamente la nostra azienda.

Tutti i diritti di utilizzazione economica previsti dalla legge n. 633/1941 sui testi da Lei concepiti ed elaborati ed a noi inviati per la pubblicazione, vengono da Lei ceduti in via esclusiva e definitiva alla nostra società, che avrà pertanto ogni più ampio diritto di utilizzare detti testi, ivi compreso - a titolo esemplificativo - il diritto di riprodurre, pubblicare, diffondere a mezzo stampa e/o con ogni altro tipo di supporto o mezzo e comunque in ogni forma o modo, anche se attualmente non esistenti, sui propri mezzi, nonché di cedere a terzi tali diritti, senza corrispettivo in Suo favore.

La rivoluzione continua. Mediapro si era appena aggiudicata il pacchetto triennale per i diritti tv. L'idea è gli spagnoli potrebbero aver fatto il passo più lungo della gamba: "Mediapro dovrà presentare le adeguate garanzie finanziarie come da regolamento del bando stesso" e prepararsi per il "terzo bando", ovvero quando inizierà la vendita dei diritti. Prezzo delle partecipazioni: 900 milioni di euro, indicativamente l'ammontare dell'offerta di Mediapro per i diritti del campionato italiano. "Ci aspettiamo il 'Terzo Bando': Mediapro è un broker di diritti, quindi dovrà proporsi ai diversi broadcaster". E' un po' come il gioco dell'oca: alla fine si deve tornare sempre al punto di partenza. "Abbassare i prezzi? Se Mediapro investirà oltre un miliardo di euro, più di quanto da noi offerto, come potranno costare di meno gli abbonamenti alle partite?", ha concluso.

Pugnalin sottolinea che Sky non rimarrà senza la Serie A (senza dimenticare che nel prossimo triennio avrà la Champions League, oltre all'Europa League): "Perché mai Sky dovrà restare senza i diritti di Serie A?".