CONFERENZA Inzaghi: "Non siamo scesi in campo nel secondo tempo"

CONFERENZA Inzaghi:

Non colpevolizzo Wallace. Quel pallone lo avrebbe preso Strakosha, ha sbagliato, ma ha giocato un buon primo tempo. Dobbiamo giocare in Europa League e con il Verona: dobbiamo ripartire da giovedì.

" "Questa vittoria è dedicata a Ghoulam e anche a Chiriches che stamattina ha avuto un problema fisico: questa squadra è una famiglia, lavoriamo tutti per un sogno che abbiamo in testa". Abbiamo fatto un mese in cui ci siamo allenati con maggiore intensità: all'inizio forse abbiamo un po' pagato i carichi di lavoro, ma ora cominciamo a raccogliere i frutti. La Lazio esce dalla trasferta di Napoli con una sconfitta pesante che rischia di costare caro per la corsa alla Champions League. Anche all'andata abbiamo fatto un'ottima partita fino a un certo punto, poi abbiamo perso. Dobbiamo continuare a lavorare bene, rimanere carichi e mettere tutto quello che abbiamo in ogni partita. "Potevamo chiudere in vantaggio il primo tempo, con Parolo che è stato sbilanciato da Koulibaly ed Immobile che è stato fermato per un fuorigioco che non c'era e poteva andare in porta".

Eccoli là, corrono (come gli altri), scattano (secondo esigenze), coprono (quando serve) e attaccano (quasi sempre): oltre la Pineta c'è il futuro, e basta appena appena immaginarselo e prima che cali il silenzio, e resti il turbamento, c'è il Napoli che a scovarlo. Un successo da dedicare allo sfortunato Ghoulam e che aumenta l'autostima di una squadra che, da quanto visto stasera, è tornata a giocare su livelli di eccellenza assoluti e a mettere paura agli avversari. "Ne siamo sempre usciti e ne usciremo ancora una volta". Bisognava raddoppiare, poi dopo l'1-1 non abbiamo reagito. Spiace perché nel primo tempo avremmo meritato il raddoppio e il Napoli era in difficoltà. Abbiamo giustamente perso perché non siamo stati squadra.

Su Felipe Anderson: "Lui sa quello che deve fare. Quando lo farà tornerà ad essere dei nostri".