Capodanno cinese: gli auguri dei giocatori del Milan

Capodanno cinese: gli auguri dei giocatori del Milan

Ad entrare e dare speranza e serenità per il futuro sarà il segno del cane che rappresenta onestà, lealtà e gentilezza. "Sarà una evento gioioso e positivo per la città - spiega il rettore Francesco Adornato - un momento di incontro con l'altro e un'occasione per stare insieme affrontando l'alterità non come qualcosa da rifiutare ma come motivo di confronto e unione". Ricorda molto la Cina per questo motivo. Dopo la cerimonia sono in programma una serie di esibizioni artistiche e teatrali a cura degli studenti del programma "Marco Polo" e "Turandot". "Questa festa oggi è una preziosa testimonianza, è una festa di gioia, di tradizioni". Il pomeriggio continua con laboratori di calligrafia e carta intagliata partire dalle ore 16.30 per imparare a scrivere il proprio nome in cinese a cura dell'Istituto Confucio di Torino.

Le puntate, registrate nello studio mobile montato in questi giorni in piazza Mazzini, sono on line sul sito www.unimc.it e sul canale You Tube UNIMCWebTV. Presentati da Huang Ping, insegnante di lingua cinese, si alterneranno danze, canti, poesie classiche e brani di musica moderna. "I servizi di business intelligence di Premier Tax Free ci supportano nell'analisi indispensabile del target e nello sviluppo di strategie mirate a soddisfare le esigenze dei viaggiatori cinesi che ci prepariamo ad accogliere al meglio in occasione della loro festività", aggiunge Renata Renzoni, General Manager di DFS Italia. In 20 locali del centro saranno esposte lanterne rosse beneaugurali e in molti casi saranno proposti menù a tema. I pavesi che sono curiosi di conoscere i piatti tradizionali del Capodanno cinese e le tipiche decorazioni sull'arredamento, possono però darsi appuntamento stasera al Royal Garden, in via Folperti. "Nonostante quello che è successo recentemente non dobbiamo rinunciare alla cultura dell'accoglienza, Macerata può continuare a pensarsi meglio di come è avvenuto a causa dei recenti fatti di cronaca". Collaborano quattro scuole di danza - "Ermitage", che presenterà una coreografia di Paolo Londi interpretata da Claudia Mazziotti e Keisi Masha, "Carillon" di Simonetta Strappa, "A passo di danza" di Cecilia Franceschetti e "Isadora" di Anna Zanconi - insieme al gruppo hip hop "Area Axè" di Ancona per la direzione artistica di Federica Eusebi e ai performer professionisti Fabio Bacaloni, Michela Paoloni, Martina Ferraioli.