Cagliari, Diego Lopez: "Il Napoli può punirti in qualsiasi momento"

Cagliari, Diego Lopez:

"A Verona sabato scorso non abbiamo fatto bene, è vero".

Lunedì 26 febbraio alle ore 20.45 si giocherà Cagliari-Napoli, incontro valido per la ventiseiesima giornata del campionato di Serie A. "Dobbiamo cercare di andare a tirare in porta e fare male". Il modo di giocare del Napoli mi ricorda il calcio spagnolo. Assenze? Non ci saranno Pisacane e Farias. "Giocano dal portiere in su, lo fa anche il Napoli, e giocano bene macinando punti". In settimana abbiamo cercato le contromisure per ribattere al Napoli e giocare senza lasciare a loro il dominio del pallone.

Mancano solo Milik e Chiriches (oltre a Ghoulam, degente di lungo corso) nella lista dei convocati del Napoli per la trasferta di domani sera a Cagliari, c'è anche il neo-arrivo Milic e Sarri ha deciso tutto sulla formazione che scenderà in campo. Il Napoli è forte, quando incontri queste squadre è difficile trovare un punto debole. L'idea di Lopez è di tornare al modulo con due punte di ruolo: Marco Sau e Han Kwang-Song si giocano un posto accanto all'ex Leonardo Pavoletti. Non ho ancora comunicato la formazione alla squadra quindi preferisco non dare i tre nomi per domani. No. Sono bravi, ma non temiamo nessuno e abbiamo voglia di affrontarli. "Ogni palla vagante per noi deve valere tutta la vita calcistica, dobbiamo essere all'altezza per i nostri tifosi". "Bisogna migliorare nelle piccole cose che fanno la differenza". Contro la Spal abbiamo fatto meglio, mentre con Sassuolo e Chievo no. Dobbiamo mettere i nostri attaccanti nelle condizioni di fare bene, bisogna lavorare per ritrovare quel tipo di gioco. Abbiamo lavorato in settimana per questo.