Zenga al veleno: "Il Milan fa allenare gli ex, l'Inter no"

Zenga al veleno:

Dopo la sconfitta in casa con il Napoli, gli Squali non hanno intenzione di chiudere questa prima parte di stagione con un'altra gara da 0 punti e proveranno a non uscire da San Siro a mani vuote.

Zenga sottolinea come il suo derby personale ora non gli susciti particolari emozioni rispetto magari a quanto avveniva quando era calciatore: "Erano tempi diversi". Nemici ma massimo rispetto. C'eravamo io, i fratelli Baresi, Maldini, Tassotti, Donadoni, Bergomi. Il successo nel derby di Coppa Italia contro l'Inter ed il pareggio di Firenze hanno un po' rinfrancato l'ambiente rossonero, anche se la classifica continua a piangere e la qualificazione in Coppa Uefa sembra tutt'altro che scontata.

Walter Zenga ha poi aggiunto alcuni dettagli, paragonando i nerazzurri ai cugini rossoneri:"I cugini rossoneri hanno dato la possibilità ad alcuni ex di sviluppare il loro sogno, mentre l'Inter no. Al momento però vivo il presente perché non si può pensare al futuro se non si pensa a quello che si fa. Bisogna cercare di affrontare tutti con il proprio gioco, in maniera propositiva; se ci mettiamo a pensare 'questi sono troppo forti, non ce la faremo mai', allora e' finita".

La sfida di sabato pomeriggio a San Siro tra Milan e Crotone vedrà lo scontro tra due allenatori che sono entrati in scena con le rispettive società soltanto a campionato in corso.