Vademecum delle buone maniere, sindaci del Fvg contro Serracchiani

Vademecum delle buone maniere, sindaci del Fvg contro Serracchiani

La presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, ha inviato a tutti i sindaci della regione da lei amministrata un breve vademecum invitando i primi cittadini a una corretta gestione dell'immagine pubblica, con tanto di consigli su come vestirsi, come mangiare e come presentarsi in pubblico.

"Il linguaggio del cerimoniale risulta utile - spiega la Serracchiani - in vista di cerimonie o incontri nel corso del proprio mandato".

Le regole d'igiene - Le ultime pagine si soffermano però su aspetti più personali. Per le donne: misurate la gonna, che "deve arrivare al ginocchio, non più su". Maniche al gomito. Abiti sempre di colori tenui.

Lavarsi con abbondante sapone, pettinarsi, non ruttare, non togliersi le scarpe (se siete donne, indossarle chiuse e con le calze anche con quaranta gradi), non giocare con il cellulare a tavola, persino non toccarsi (chissà in che senso). "Cravatta e pochette non devono mai avere la stessa fantasia: ma qui siamo ai fondamentali. Non si gioca con posate, stoviglie e cibo e non ci si isola giocherellando con il telefono cellulare che deve essere spento e non appoggiato sul tavolo".

"Ecco quanto deve misurare una gonna", "Il risotto va mangiato con la forchetta", "Vale la pena ricordare l'utilità di un buon uso quotidiano di acqua e sapone, quello moderato del profumo". I cibi liquidi non vanno sorbiti rumorosamente.

Il primo a sollevarla è stato Pierluigi Molinaro, sindaco di centrodestra del piccolo comune di Forgaria nel Friuli (Udine), che ha interpretato l'iniziativa come un'offesa tralasciando le regole essenziali del cerimoniale di Stato riportatevi: modalità di esposizione delle bandiere, utilizzo della fascia tricolore, lettere e messaggistica istituzionale, precedenze e piazzamenti a tavola e nelle sedi istituzionali, risentendosi invece per le istruzioni sul vestiario per signore e signori, oppure - giustamente - alle indicazioni sul fatto che non si parla a bocca piena e si mastica con la bocca chiusa. Diverse anche le critiche sui social network mentre alcuni cittadini friulani si chiedono: "Ma chi paga?" "Prima di bere ci si pulisce la bocca con il tovagliolo". "Pratico vademecum sul cerimoniale e protocollo degli Enti territoriali a uno dei Sindaci edei piccoli Comuni". "Certi passi un po' 'puntigliosi' contenuti in alcune delle 75 pagine di questo libro, hanno dato spunto a qualche amministratore in cerca di visibilita', e cosi' è partita l'ennesima polemica politica".