Trasporti a rischio il 12 gennaio

Trasporti a rischio il 12 gennaio

Il servizio sulla rete Atac (bus, tram, metropolitane, ferrovie regionali Roma-Lido, Termini-Centocelle e Roma-Civitacastellana-Viterbo) non sarà garantito dalle ore 8.30 alle ore 17 e dalle ore 20 al termine del servizio diurno. Dato il periodo particolare a ridosso delle festività la prefettura aveva deciso di differire la protesta sindacale indetta da Faisa Confail, Orsa-Tpl e Usb-lavoro privato che, però, non hanno desistito fissando la nuova data, appunto, al 12 gennaio 2018 per una agitazione che durerà 24 ore. Restano assicurate le consuete fasce di garanzia da inizio servizio fino alle 8.30 e poi dalle 17 alle 20. Inoltre, lo sciopero coinvolgerà anche le corse delle linee notturne nella notte tra giovedì 11 e venerdì 12 gennaio: sono le linee comprese tra la N1 a la N28 (con l'aggiunta della linea 913 tra mezzanotte e le 5:30 del mattino). Nelle stazioni delle linee metroferroviarie che, eventualmente, resteranno aperte, non sarà garantito il servizio di scale mobili, montascale, ascensori.

A giudizio dell'Usb, occorre creare un'unica azienda di Trasporto Pubblico Regionale, per una gestione più oculata del trasporto, evitando sovrapposizioni di linee, con meno dirigenti e garantendo gli stessi diritti a tutti i lavoratori del settore.