Scuola, lunedì 8 gennaio sciopero dei docenti: le vacanze si allungano

Scuola, lunedì 8 gennaio sciopero dei docenti: le vacanze si allungano

I maestri incroceranno le braccia davanti al Miur il prossimo lunedì per protestare contro la sentenza del Consiglio di Stato.

Potrebbe slittare di un giorno il rientro a scuola per migliaia di studenti. La protesta è contro la sentenza del Consiglio di Stato sui diplomati magistrali che non potranno più accedere alle graduatorie che davano diritto a una cattedra.

Una sentenza che per questa categoria di lavoratori pone una serie di problemi, professionali ed umani, perché molti di loro hanno avuto nomine annuali dalle GAE, in diversi sono già stati immessi in ruolo e ora, oltre alla perdita del posto di lavoro, rischiano di ritrovarsi improvvisamente reinseriti in altre fasce operative.

"Noi vogliamo evitare che si vada avanti di contenzioso in contenzioso e che ci siano ulteriori ricorsi. Se i tribunali dovessero far decadere tutte le supplenze e le immissioni in ruolo, la scuola primaria e quella dell'infanzia entrerebbero in un caos totale". La richiesta del sindacato è di decidere riguardo a una situazione che potrebbe portare "a un licenziamento di massa" per 5.300 lavoratori, "oltre che a negare la possibilità di stipulare contratti a tempo determinato ad altri 60mila". Per chi ha già fatto l'anno di prova, esso vale molto di più di un concorso abilitante. "Crea una disparità di trattamento tra i Diplomati Magistrali che hanno ottenuto il ruolo definitivo e coloro che se lo vedono strappare via".

Scuola: sindacati invocano soluzione politicaFlc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola Rua, Snals Confsal e Gilda Unams chiedono di "pensare a una soluzione politica del problema" per riconoscere i diritti di tutti e non lasciare a casa nessuno. Per questo si è sollevata la protesta di laureandi e laureati, appoggiati dai presidenti dei corsi di laurea in Scienze della formazione primaria, per chiedere parità di trattamento e reclamare una scuola "di qualità, che dipende soprattutto dalla preparazione degli insegnanti".

Dietro ci sarebbe la recente sentenza del Consiglio di Stato, per cui i docenti con il solo diploma magistrale ottenuto prima del 2001 non avrebbero dovuto essere inseriti in GAE.

Nel frattempo, il ministero, "ritenendo necessario acquisire un preventivo parere dell'Avvocatura dello Stato sulle modalità con cui gestire una vicenda con aspetti di rilevante complessità giuridica, si è detto pronto a riconvocare i sindacati non appena conclusa la fase di approfondimento".