Papa: in diretta su Tv2000 il viaggio in Cile e Perù

Papa: in diretta su Tv2000 il viaggio in Cile e Perù

È fermissima la condanna alle violenze dettata dalla presidente cilena Michelle Bachelet, tra i principali obiettivi dei manifestanti che protestano contro il potere statale: "Quanto accaduto è molto strano perché non è qualcosa che si può attribuire a un gruppo specifico". Forse è per questo motivo che un gruppo di vandali hanno attaccato a titolo dimostrativo tre chiese a Santiago del Cile, gettando bombe carta che hanno causato modesti danni.

In una delle chiese prese di mira, quella di Santa Isabel de Hongria, è stato trovato un volantino di minacce con un'intimidazione al Santo Padre: "Libertà per tutti i prigionieri politici nel mondo, Wallmupu (il territorio della tribù dei mapuche, ndr) libero, autonomia e resistenza". "Sono opera di piccoli gruppi che agiscono, non soltanto contro la Chiesa ma in occasioni di altri eventi importanti".

Gli organizzatori locali della visita del Pontefice non si dicono preoccupati, per loro non si tratta di attacchi terroristici, ma di atti di vandalismo compiuti per attirare l'attenzione. La donna, all'ergastolo dal 1992, ha scritto di aver apprezzato il lavoro del pontefice nella riconciliazione tra il governo colombiano e le Farc. Proteste violente. Lanciano bottiglie incendiarie o panni imbevuti di benzina per appiccare il fuoco. "Il popolo cileno aspetta la voce del Papa".

Il viaggio di Papa Francesco non è a rischio, con Bergoglio che salperà in direzione Santiago lunedì mattina, ma di certo i preparativi sono in parte rovinati dagli indegni attacchi contro i cattolici e le innocenti chiese cristiane della capitale. Nessuno però si aspettava violenze di questo tipo prima ancora dell'arrivo del Papa.

Nel frattempo un gruppo di manifestanti, capeggiati dall'ex candidata presidenziale Roxana Miranda, ha occupato oggi la sede della nunziatura apostolica nella capitale cilena. Mezz'ora dopo, un nuovo messaggio informava che i manifestanti sono ora detenuti in un ufficio dei carabinieri cileni nel quartiere di Providencia, insieme allo slogan "i soldi del fisco se li porta via Francisco". Noi sappiamo che l'amore di Cristo supera tutto e arriva a tutti e siamo animati da una grandissima speranza e da una grandissima fiducia.