Nuova bufala su Laura Boldrini: "Mai fatto assumere parenti"

Nuova bufala su Laura Boldrini:

La presidente della Camera dice la sua sulle possibili alleanze post-voto. Ringrazio i tanti cittadini e cittadine che mi hanno scritto chiedendomi di smentire questa foto fatta circolare su Whatsapp, ha scritto su Facebook qualche giorno dopo il pettegolezzo virtuale Laura Boldrini.

"Non ho mai fatto assumere un mio parente nelle istituzioni".

E ancora: "È vero, il malcostume esiste e va combattuto".

All'inizio del mandato ho decurtato il mio stipendio del 30%, ho rinunciato all'appartamento presidenziale continuando a vivere nella mia casa in affitto e coi tagli fatti in questa legislatura abbiamo fatto risparmiare alle casse dello Stato 350 milioni di euro. "Massima condivisione!". Le ultime due parole scritte in maiuscolo. Non è la prima volta che è vittima di catene di sant'Antonio false. Com'è che dicono loro? Che ci sia "un mandante politico dietro alle fake news contro di me?"

Forse con il tocco del suo noto sarcasmo, forse davvero impressionato, Mario Monti, ex presidente del consiglio ha analizzato su La Stampa i discorsi di Luigi Di Maio, probabile candidato del Movimento 5 stelle alle prossime politiche.

Una battaglia difficile da combattere quella contro i mulinelli a vento del 'ballometro' che sta caratterizzando la campagna elettorale. Il corteggiamento è gradito quando è corrisposto, ma qui parliamo di molestie e vuol dire che tu non lavori se non mi concedi quello che voglio.

Boldrini è da tempo nel mirino degli haters sui social e non solo: in rete le sono arrivate minacce terribili, tra stupri e violenze, spesso accuse ingenerose e false, talvolta anche da esponenti politici avversari che soffiano sull'odio personale.

Infine sul caso molestie, Boldrini critica il leader di Fi, Silvio Berlusconi: "Non si può buttarla a tarallucci e vino facendo finta che sono cose su cui ci si può ridere sopra".