Nasce tra i giovani il "Tide Pods Challenge": ingerire detersivo per lavatrici

Nasce tra i giovani il

Ma in cosa consiste questa assurda sfida che impazza nei social network e che mette in pericolo la salute dei giovanissimi? Si tratta del cosiddetto "Tide Pod Challenge", una sorta di "prova di coraggio" che molti giovani e giovanissimi hanno deciso di mettere in pratica come dimostrano i tanti video diffusi online sui social tanto da richiedere l'intervento delle autorità locali.

Anche perché ad oggi, solo nel 2018, secondo la American Association of Poison Control Centers, ci sono stati 37 casi di intossicazione da capsule tra i teenager e - secondo quanto riportato da diverse fonti online - si conteggerebbero anche dieci morti per le conseguenze dell'ingestione.

Sembrano ormai lontani i tempi delle secchiate d'acqua gelida dell'Ice Bucket Challenge, la goliardica sfida diventata virale sul web nel 2014 nata con lo scopo di raccogliere fondi per la ricerca sulla sclerosi laterale amiotrofica. I giovani riprendono le proprie gesta e sfidano i coetanei: le capsule vengono mangiate o tenute in bocca fino a far uscire sapone. L'ingestione delle capsule infatti può portare a vomito, difficoltà respiratorie e perdita di coscienza, con i sintomi più gravi per le persone che hanno delle malattie precedenti. Le tide pods sono pericolose e in America sono 10 i casi di morte per ingestione che hanno riguardato anziani con demenza e bambini. Per questo alcune associazioni di consumatori hanno chiesto alle aziende di cambiare l'aspetto delle capsule, rendendole meno attrattive soprattutto per i bambini. Quello che era cominciato come un gioco adesso si è spinto troppo oltre.