Movimento 5 Stelle: la selezione dei candidati crea nuove fuoriuscite

Movimento 5 Stelle: la selezione dei candidati crea nuove fuoriuscite

Nell'oggetto sociale sono indicate una serie di attività che fanno parte anche del core business della Casaleggio Associati, la 'casa madre' del blog di Grillo fino a ieri. Un fatto semplice: il taglio definitivo del cordone ombelicale dal movimento di cui è stato cuore pulsante, a cui ha regalato l'afflato vitale e fornito una serie di filoni d'interesse, per quanto confusi e contraddittori, almeno nelle prime fasi della sua penetrazione sotto la pelle degli italiani.

Spiega l'informatico David Puente che le ipotesi sono due: "O sul blog delle stelle i post vecchi non li hanno caricati".

Basta guardare la lunga clip di dieci minuti con cui inaugura la piattaforma. "Ha un passaporto inglese, sarà per questo che è stato invitato all'ambasciata inglese".

Nei giorni scorsi i vertici del Movimento hanno dichiarato di aver "scremato le liste" per far fuori presunti "infiltrati", come previsto dall'articolo 7 del regolamento: "Il Capo Politico, sentito il Garante, ha facoltà di valutare la compatibilità della candidatura con i valori e le politiche del MoVimento 5 Stelle, esprimendo l'eventuale parere vincolante negativo sull'opportunità di accettazione della candidatura".

"Bello il concetto 'basta opinioni, andiamo sulle idee'", per Fico "significa anche andiamo sui programmi generali che vogliamo portare avanti per l'Italia". Vorrei vedere un po', cosa sta succedendo nel mondo, vi riporterò un po' le mie sensazioni, i miei viaggi, che poi non sono viaggi. Lo ha detto la presidente della Camera, Laura Boldrini, ospite su Radio Raiuno a 'La Radio ne parla', nel ricordare l'80esimo anniversario dell'approvazione delle leggi per la difesa della razza."Le leggi razziali - ha aggiunto - sono una grandissima vergogna che ci portiamo dietro. Grazie a Beppe il Movimento è nato e io ora sono il capo politico". Davide Casaleggio non prende le decisioni politiche più importanti, ci dà un supporto. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

La nuova creatura invece, così perfettina, come il suo leader Luigi di Maio, sembra fabbricata da un algoritmo: moderata, garbata, sorridente, disponibile, in altre parole tranquillizzante.il che va benissimo per chi pensa che gli elettori non vadano "spaventati" (ma chi lo dice?) come faceva Grillo con i suoi vaffa e le sue intemerate, però. appare senz'anima. La missiva, spedita tramite raccomandata, ha tra i destinatari Beppe Grilo e il candidato premier Di Maio. Almeno su quello il segretario dem ci aveva azzeccato.

Grillo apre un nuovo blog e nonostante l'apparente tranquillità che viene ostentata dai maggiori esponenti politici pentastellati, l'agitazione in realtà è molto evidente. In un altro blog, ovviamente.