Milan, la sentenza di Mirabelli: "Mercato chiuso in entrata"

Milan, la sentenza di Mirabelli:

Smentita dunque ogni voce che parlava di possibili arrivi: un nome che si era fatto era quello di Jakub Jankto, centrocampista ceco dell'Udinese e rivelazione delle ultime due stagioni, ma eventualmente il giocatore potrà arrivare in estate.

Mirabelli, in un'intervista a "Il Giornale", spiega che a Milano non arriveranno rinforzi nel mercato di riparazione. Leonardo Bonucci, 30 anni, fiore all'occhiello dell'ultimo mercato del Milan: subito nuovo capitano rossoneroHo acquistato calciatori per 160 milioni, è vero. Sul vice Kessie? "Quando parlano di soluzione interna intendono Montolivo e Suso, che nella Spagna ha già fatto quel ruolo".

Come afferma appunto il dirigente del Milan le motivazioni di una simile decisione sono esplicite: "In estate è stato un mercato importante ma non ne ho nostalgia, per tutto c'è un tempo". Mirabelli è felice di come sta lavorando ("lo fa più di me e ce lo diciamo anche in dialetto calabrese"). No, li ritengo tutti giocatori validi, che formano un gruppo solido e ci danno tranquillità per il futuro. Tutti considerano l'esborso complessivo, io invece invito a scorporarlo e analizzarlo - chiarisce Mirabelli -. Ma il direttore sportivo rossonero non si pente delle operazioni fatte. Non abbiamo strapagato nessuno e vi dirò di più: se, in pura teoria, domani mettessimo qualcuno dei nuovi sul mercato, andremmo a guadagnarci - aggiunge -. "Sono lo zoccolo duro del Milan e, nonostante molti di loro non stiano rendendo in base alle aspettative, a livello patrimoniale non esiste alcun flop". In particolare continuo a scommettere su Calhanoglu e Silva. Mirabelli lancia un'idea su alcune novità che potrebbero aiutare il rilancio del nostro pallone: "Il calcio italiano si deve inventare qualcosa se vogliamo che non riaccada ciò che è appena successo con la Nazionale".