Migranti, naufragio nel Mediterraneo: 8 morti e 84 persone salvate

Migranti, naufragio nel Mediterraneo: 8 morti e 84 persone salvate

Otto persone sono morte e altre 86 sono state salvate dai soccorritori.

Ancora poco chiara sia la dinamica che l'esatta entità dell'incidente, avvenuto questa mattina attorno alle 11, di cui ha dato notizia l'equipaggio della nave della Ong tedesca Sea Watch, che ha ricevuto la richiesta di recarsi sul punto dell'incidente dove era già presente una unità della Marina militare italiana. I soccorritori sono riusciti a salvare 85 persone e hanno recuperato i cadaveri di 8 migranti.

Secondo gli ultimi dati diffusi dal Viminale dal primo gennaio ad oggi sono sbarcate in Italia oltre 400 persone: 333 sono i migranti soccorsi dall' 1 al 4 gennaio, secondo i dati del Viminale, e 85 sono quelli salvati oggi nel naufragio al largo della Libia. Al momento sono in corso le ricerche di eventuali dispersi.

L'imbarcazione era già semisommersa e si trovava a circa 40 miglia dalle coste libiche. Lo scrive la Ong Proactiva Open Arms in un tweet sostenendo che ci sono "decine di persone scomparse". All'intervento, coordinato dalla Centrale operativa della Guardia Costiera di Roma, hanno preso parte anche mezzi della Marina militare italiana. "Inizia la conta dei morti annegati nel Mediterraneo nel 2018", conclude la Ong.