Migranti, Macron: "Ottimo lavoro dell'Italia"

Migranti, Macron:

Così il presidente francese, Emmanuel Macron, nel corso della conferenza stampa con il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni a Palazzo Chigi. Il Trattato del Quirinale, che ricalca vagamente il modello del "Trattato dell'Eliseo" fortemente voluto da Macron alcuni mesi fa, è una "forma nuova per poter dare nuove prospettive e nuove formule di cooperazione" e "oggi istituiamo un gruppo operativo di alto livello per affrontare questo lavoro e concluderlo nel prossimo vertice bilaterale in programma in Italia nel 2018, un'ambizione per quest'anno estremamente importante". Dello stesso avviso il presidente francese: "Il legame con l'Italia ha una storia, legami culturali, un'amicizia speciale e specifica".

E Gentiloni, da parte sua, replica che "è inutile ricordare quanto siano importanti, storici e straordinari i rapporti tra Italia e Francia: c'è una cooperazione economica molto importante, investimenti, abbiamo scambi commerciali per un volume intorno agli 80 miliardi, Francia è il secondo partner dell'Italia e l'Italia della Francia". Quando Francia e Germania non riescono a mettersi d'accordo l'Europa non può andare avanti. Italia e Francia stringono per volere del presidente Macron e del premier Gentiloni il Trattato del Quirinale, nel segno di una nuova e rinnovata volontà di collaborare insieme con obiettivi chiari e precisi.

"L'Italia ha fatto un ottimo lavoro per ridurre la destabilizzazione" derivante dal fenomeno migratorio. Mi rallegro della collaborazione di ottima qualità nel lavoro di contrasto allo scandalo umanitario in Libia. Il capo dell'Eliseo ha anche partecipato al quarto summit dei Paesi del Sud dell'Ue, che ha riunito a Roma i capi di Stato e di governo di Italia, Francia, Spagna, Grecia, Portogallo, Cipro e Malta.

Gentiloni ha sottolineato che "non possiamo promettere ai cittadini europei che il problema dei grandi flussi migratori si possa cancellare con chissà quale ricetta miracolosa". "Ci lavoreremo nei prossimi mesi". "Europa che Macron ha definita "balbuziente" perché priva di una prospettiva comune".

(Agenzia Vista) Roma, 11 January 2018Macron rapporto con Italia complementare a quello franco-tedesco " C'e' un rapporto franco-tedesco strutturale e all'origine dell'Europa.

"Non ha l'impressione che l'Europa senza le avanguardie nutra i populismi?" "La sua azione in Italia e in Europa ha consentito di avviare una nuova dinamica".

Macron affronta anche la caldissima questione migranti: "C'è un legame più forte con l'Italia, che consente la stabilizzazione in Libia". E' una Ue a più velocità? Questa stretta sui tempi viene criticata perché, al momento, ci vogliono circa 30 giorni per avere un incontro in prefettura. Piu recentemente, la decisione italiana di partecipare allo sforzo di stabilizzazione del G5 Sahel con l'invio di una missione militare in Niger ha rappresentato un nuovo tassello molto importante.