M5S, Luigi Di Maio: "Non è più il momento di uscire dall'Euro"

M5S, Luigi Di Maio:

Luigi Di Maio, candidato premier del Movimento Cinque Stelle, ci ripensa: "Non credo sia più il momento per l'Italia di uscire dall'euro perché l'asse franco - tedesco non è più così forte e spero di non arrivare al referendum sull'euro che, comunque, per me sarebbe un'estrema ratio".

"Chi vuole candidarsi nei proporzionali fa le parlamentarie". "Io faccio un appello - sottolinea Di Maio - alle migliori persone che hanno voglia di fare e di cambiare, se volete cambiare questo Paese il M5S è aperto, certo bisogna condividerne i valori e le regole". (...) Per gli uninominali individueremo persone del territorio che siano capaci di fronteggiare gli avversari. In gioco, ha spiegato il candidato premier del movimento, si sono messe persone che "hanno tanto da perdere e si faranno anche le selezioni online dei nostri iscritti". E ancora: "I partiti - ha affermato - stanno individuando i candidati a tavolino, noi siamo facendo una selezione pubblica e stiamo individuando le migliori menti". Noi abbiamo rafforzato le regole e questo arricchirà il nostro gruppo.

Luigi Di Maio si sofferma anche sulla soglia di povertà: "Non lasceremo nessuno al di sotto di questa". Chi prenderà il reddito di cittadinanza "dovrà tuttavia mandare i figli a scuola e seguire corsi di formazione per avere un lavoro". In un periodo di picco dei rifiuti come quello delle feste è sempre successo che Roma mandasse i rifiuti in altre Regioni.

Di Maio risponde poi sull'emergenza rifiuti a Roma. A fronte dei 180 euro a tonnellata dell'Emilia Romagna noi preferiamo i 150 dell'Abruzzo.

"I presidenti di Emilia-Romagna, Abruzzo e Lazio sono dello stesso partito, usano i romani per la campagna elettorali, stanno maliziosamente rilasciando interviste e temporeggiando per la campagna", attacca quindi Di Maio che passa poi ad analizzare il possibile risultato delle prossime elezioni: "Io credo che il Presidente della Repubblica debba dare l'incarico a chi ha una maggioranza".