Luca, Alex e il perbenismo. Anche da morti

Luca, Alex e il perbenismo. Anche da morti

"Di fronte alla morte di due giovani, ogni altro commento ci pare quantomeno inopportuno".

Questa modalità di celebrazione è stata esplicitamente richiesta dalle famiglie e anche il parroco don Roberto Castegnaro si è detto disponibile: "C'è rispetto per quella che è stata la loro relazione - riporta il sito Giornalettismo - non li consideriamo di certo pubblici peccatori. Io non ho conosciuto direttamente nessuno dei due, ma non mi sembra fosse questo il caso", sono le sue parole riportate da Il Gazzettino. Don Alessio Graziani, a nome della Diocesi vicentina, ha invece spiegato: "Rispettiamo il dolore di queste famiglie e degli amici di questi due ragazzi e preghiamo con loro e per loro affidandoli a Dio che solo conosce veramente il cuore di ogni persona".

Inoltre, erano entrambi grandi fan del cantante Marco Carta che, su Facebook, ha voluto lanciare un messaggio in ricordo delle due giovani vittime: "Adesso abbiamo una stella in più nel cielo da ammirare". Non dimenticherò mai il tuo sorriso e la tua dolce timidezza. Le ragazze si sono salvate, ma per Alex e Luca non c'è stato niente da fare. Si sono così addormentati, tuttavia, senza accorgersi che la camera si stava riempiendo di monossido di carbonio. Dove sono tutti loro ora?