Giaccherini, l'agente: "Il problema ingaggio frena alcune pretendenti, ci vuole buonsenso"

Giaccherini, l'agente:

Va anche detto che Emanuele è discretamente presente sulla piattaforma dei messaggini da 280 caratteri attraverso il profilo della compagna; ma tutti quei profili, vecchi o nuovi che siano, tutte quelle maglie, senza neppure un richiamo scritto o cromatico ai colori della Società sportiva calcio Napoli, danno un po' da pensare a chi per quella maglia e quelle tinte fa il tifo ogni giorno dell'anno. Se cambiano qualcosa, il problema è nello stipendio. "La Turchia e la Russia sono due bufale e siamo disponibili a arare di lavoro con tutti, ma non con chi non esiste come Turchia e Russia".

Di una cosa però si può stare certi, ovvero la condizione atletica di Giaccherini: "Emanuele è in una posizione di privilegio perché non trovi facilmente a gennaio un giocatore così pronto e soprattutto intatto".

Atalanta, Chievo e non solo, questa la situazione: "L'Atalanta?". Sartori tra l'altro è un amico per cui mi avrebbe chiamato. "In questo momento trasforma in platino tutto quello che tocca, a Napoli sarebbe più difficile e Sarri ha ragione a volerlo comunque perché è primo in classifica". Il Chievo ci ha inviato qualche messaggio, a Romairone piace. Il Napoli non è incoraggiante per chi non parte negli undici titolari. Comprensibile la perplessità dell'attaccante che nel Bologna si sta conscrando giocando sempre ma che con Sarri potrebbe trovare molto meno spazio, visto che davanti ha tre fenomeni come Callejon, Mertens e Insigne. "Noi ci andremmo domattina al Chievo credo però che il presidente ed il mister hanno un po' paura della classifica perciò non danno via Inglese".