De Laurentiis stringe i tempi per il rinnovo del contratto di Sarri

De Laurentiis stringe i tempi per il rinnovo del contratto di Sarri

Immaginate un giardiniere solitario che pettina il prato esterno, poi un volo improvviso di uccelli, un po' di pioggia e qualche colpo di vento. Con grande sopportazione del presidente partenopeo.

VA PENSIERO - "Figline è un posto fantastico - ha detto De Laurentiis a Kiss Kiss Napoli - Sarri e io siamo stati sei ore insieme in perfetta armonia". Eccoli lì, Sarri e De Laurentiis, a Villa La Borghetta, pochi chilometri dalla nuova casa che l'allenatore azzurro sta ristrutturando. Nel giorno del suo compleanno. Sarri ha tanti estimatori, in virtù del lavoro che sta facendo a Napoli, e la possibilità di accaparrarselo con appena otto milioni di euro, e in tempi brevi, fa gola a molti sia in Italia (Milan) che all'estero (Chelsea ma non solo).

Giuntoli ne ha parlato nei mesi passati, ottenendo continui rinvii. Di questo argomento Sarri non ne ha mai voluto parlare. "Io un contratto già ce l'ho, non capisco perché dovrei discuterne di uno nuovo", ha spiegato infastidito rispondendo a una domanda. "Sia Milik che Ghoulam scalpitano per tornare subito in campo - ammette De Laurentiis - ed entrambi sono abbastanza vicini a questo traguardo". Quello che gli uomini di Sarri e la banda Allegri si giocheranno da qui al termine per la conquista dello scudetto: un faccia a faccia senza esclusione di colpi, con il Napoli chiamato ad ampliare con qualità la profondità della sua rosa. Che però menziona anche il Paris Saint-Germain. E che tra queste c'è chi sarebbe disposto anche a pagare la clausola da 8 milioni di euro che, a partire dal 2 febbraio, consente a Sarri di liberarsi del Napoli. Con il Chievo c'è stato qualcosa ma ora temo che il Chievo abbia un po' il timore di dare via Inglese perché la classifica non è tranquillissima e con loro magari ci potrebbe essere un accordo per l'estate.