CALCIO. Napoli riparte da numero 1, Lazio ora fa paura

CALCIO. Napoli riparte da numero 1, Lazio ora fa paura

La Lazio gioca sul velluto ed infligge al Chievo un pesante 5-1; gli uomini di Inzaghi salgono a quota 43 punti e sono ora terzi, mentre i veneti restano a 22, con 6 lunghezze di vantaggio sulla zona retrocessione. I biancocelesti passano in vantaggio con Luis Alberto ma vengono raggiunti immediatamente dai clivensi che vanno a segno con Pucciarelli che sfrutta la dormita colossale della difesa laziale. All'improvviso però irrompe sul prato dell'Olimpico il talento cristallino di Sergej Milinkovic-Savic: prima regala il nuovo vantaggio con una rasoiata dal limite che manda le squadre al riposo sul 2-1, poi con un potente tiro al volo chiude i giochi siglando il 3-1 e la doppietta personale. In casa Chievo infatti sta passando un tornado, che sta colpendo un pò tutti, dai tifosi, ai dirigenti fino all'allenatore e ai giocatori, tutti alla ricerca spasmotica di chi abbia le maggiori colpe. Mattatore della partita un monumentale Quagliarella, autore di una tripletta. Partita senza storia: Barberis in avvio spiana la strada ai calabresi che dilagano nella ripresa con le reti di Stoian e Ricci, che rilanciano in graduatoria la suadra di Zenga. Esce imbattuto da Reggio Emilia il Toto di Mazzarri che per lunghi tratti assapora il profumo di vittoria dopo il gol iniziale di Obi, ma deve alzare le braccia davanti ad un eurogol di Berardi che riporta in partita il Sassuolo. Per la Fiorentina, il gol nel finale di Sanchez, è risultato inutile.

In chiave salvezza è preziosa la vittoria esterna del Crotone per 3-0 sul campo del Verona. Vince il Milan che conquista tre punti d'oro e sale al settimo posto a quota 31 scavalcando l'Atalanta, mentre il Cagliari rimane invischiato nei quartieri bassi. I partenopei salgono a +4 sulla Juventus, che ospiterà, nel monday match, il Genoa. Rallenta, invece, l'Udinese che pareggia contro la Spal. Con lo stesso punteggio termina anche Sassuolo-Torino.

Nelle altre partite netto successo del Bologna per 3-0 sul fanalino di coda Benevento. Dries Mertens segna il gol decisivo al 65′ su assist José Callejón portando a casa il suo 14° gol stagionale e facendo guadagnare ai Partenopei una vendetta per la sconfitta in Coppa Italia proprio contro l'Atalanta a inizio gennaio.