Arbitro per le controversie finanziarie, un primo bilancio di Consob

Arbitro per le controversie finanziarie, un primo bilancio di Consob

L'organismo di risoluzione stragiudiziale dei contenziosi tra i risparmiatori e gli intermediari, infatti, è stato istituito in data 9 gennaio del 2017 presso la Commissione nazionale per le società e la Borsa. "In pratica, un investitore retail che ritiene di avere subito un danno a causa di un comportamento scorretto di una banca o altro intermedia rio nella gestione dei propri investimenti, da un anno a questa parte dispone di un nuovo strumento di tutela", spiega il presidente dell'ACF Gianpaolo Eduardo Barbuzzi. Il 63% delle decisioni è stata favorevole ai ricorrenti, che hanno visto riconoscersi 5,2 milioni di euro di risarcimento.

Sul totale dei ricorsi presentati, precisa altresì la Consob, le decisioni assunte alla fine del 2017 sono state in tutto oltre trecento, per la precisione 305 con 118 decisioni di rigetto, e 187 accoglimenti.

Nell'anno sono stati inoltre 103 i ricorsi che sono stati dichiarati estinti su richiesta del ricorrente in quanto, nel frattempo, con il proprio intermediario è stato trovato un accordo ritenuto soddisfacente. Ulteriori 358 ricorsi sono stati dichiarati irricevibili o inammissibili.

I risparmiatori di Banca Etruria potranno chiedere un risarcimento a Ubi, ovvero l'istituto che ha inglobato la banca toscana dopo il salvataggio. In quasi tutti i casi finora decisi (oltre 100, per risarcimenti complessivi riconosciuti pari a 3,5 milioni di euro) sono state accolte le richieste risarcitorie. Diverso anche il caso delle due banche venete acquistate da Intesa Sanpaolo. E che non sarà facile far valere in sede legale.

Oltre la metà dei ricorrenti (60% circa) ha optato per farsi assistere dinanzi all'Acf da un procuratore.

Secondo il presidente dell'ACF Barbuzzi, quello che emerge con evidenza dai ricorsi esaminati "è una insufficiente valorizzazione, nella relazione cliente/intermediario, della fase che precede l'assunzione della decisione d'investimento, quella cioè che deve servire a rendere ogni risparmiatore un investitore consapevole".