Anche sanzioni pecuniarie al genitore che pubblica foto del figlio sul web

Anche sanzioni pecuniarie al genitore che pubblica foto del figlio sul web

Papà e mamme che vorranno pubblicare le fotografie dei propri figli minorenni su Facebook, Twitter, Instagram e altre piattaforme social, non solo avranno l'obbligo di rimozione delle immagini, ma dovranno anche pagare una multa. E' il risultato di un'ordinanza emessa dal Tribunale di Roma [VIDEO] in data 23 dicembre 2017, ripresa da molti organi di informazione come Il Sole24ore e Il Corriere della Sera.

Si tratta di un precedente unico nel nostro Paese per la tutela dei minori, anche se sonoparecchie le decisioni che hanno costretto genitori a disattivare i profili social dei figli o a rimuoverne le foto pubblicate nelle proprie pagine.

L'ordinanza è la conseguenza di una denuncia di un sedicenne che ha chiesto "tutela" contro la madre che postava sul web foto e commenti su di lui. Inoltre, dato che nel caso specifico si tratta di un minorenne, costui gode della tutela rafforzata prevista dall'articolo 16 della 'Convenzione sui diritti del fanciullo del 1989'. Ad esempio, in tempi molto recenti, il Tribunale di Mantova ha stabilito che nessun genitore possa postare foto dei figli sui social network senza il consenso dell'altro tutore.

I figli non fanno eccezione, anzi gli articoli 147 e 357 del Codice civile impongono ai genitori un dovere di cura e di educazione nei loro confronti che - tradotto e attualizzato - include anche la corretta gestione dell'immagine pubblica del minore. Già nel 2014 la Cassazione, con la sentenza 37596, aveva definito i social come luoghi aperti al pubblico, potenzialmente pregiudizievoli per i minori che potrebbero essere taggati o avvicinati da malintenzionati.