Viterbo, "lo Zingaro" di Suburra aggredisce la ex: arrestato

Viterbo,

Adamo Dionisi, attore protagonista della serie tv Netflix Suburra, è stato arrestato per aver aggredito una donna. L'interprete di Manfredi Anacleti, boss del clan zingaro (ispirato ai Casamonica) e fratello maggiore di Spadino, si trovava nell'hotel Salus Terme del capoluogo della Tuscia. Probabilmente Dionisi era sotto l'effetto dell'alcol. Questa mattina l'attore è comparso davanti al giudice Gaetano Mautone che, dopo mezz'ora di interrogatorio, ha rimesso l'uomo in libertà pur convalidando l'arresto, con il divieto di avvicinamento alla donna. Il processo si celebrerà sempre a Viterbo il prossimo 19 gennaio. Quando era un capo ultras laziale degli Irriducibili venne infatti arrestato per spaccio di droga e iniziò a studiare recitazione proprio in carcere, a Rebibbia.

"Sono una persona diversa ora, anche perché ho il terzo occhio, visto che sono stato nell'inferno carcerario", aveva raccontato ai microfoni di Radiocolonna.