Roma-Qarabag, Monchi: "Primo posto meritato, abbiamo margine per andare ancora avanti"

"Dobbiamo essere molto contenti perché dopo il sorteggio sembrava molto difficile con Chelsea e Atletico Madrid". Se si può migliorare questa squadra a gennaio?

Nel gruppo-Scudetto in campionato e qualificata da prima in classifica agli ottavi di finale di Champions League, per la Roma di Di Francesco il momento è a dir poco splendente.

Non so, dobbiamo andare piano piano e continuare questa crescita. Dobbiamo lavorare tutti insieme per questo.

E' arrivato anche il sì per lo stadio.

Il 5 dicembre sarà ricordata come una bella giornata per la storia della Roma, è una notizia bellissima. Il direttore sportivo spagnolo del club, Monchi, da tempo ha sottolineato come la Roma non abbia in cantiere stravolgimenti in vista della prossima sessione di mercato di gennaio, ma qualche colpo a sorpresa potrebbe comunque essere assestato, considerando l'occasione che si potrebbe cogliere rinforzando una rosa già competitiva.

Credeva davvero all'inizio che foste all'altezza di queste grandi squadre?

Io credo nella mia squadra, nei giocatori, nello staff tecnico e nell'allenatore. Dobbiamo avere fiducia noi per primi.

La squadra è brava nel campo ma ancor meglio nello spogliatoio. "Abbiamo la fortuna di avere una famiglia qui, con la parola famiglia possiamo riassumere bene quello che troviamo nello spogliatoio".

A fine partita si è messo a cantare l'inno della Roma.

Sì, non so se sono un romanista al 100% ma sto trovando questa romanità e questo amore.