Regione, si insedia la giunta Musumeci: Sgarbi saluta e se ne va

Regione, si insedia la giunta Musumeci: Sgarbi saluta e se ne va

E' la pagella da 'assenteista' del critico d'arte e assessore alla Rivoluzione di Urbino Vittorio Sgarbi che i movimenti hanno compilato dopo la nomina di Sgarbi ad assessore regionale ai Beni culturali in Sicilia nella giunta di Nello Musumeci. Il momento è drammatico preferiamo parlare solo quando le cose sono avviate o sono state fatte. "Dateci il tempo di avviare questa macchina e poi vi sorprenderemo".

Il critico d'arte, che voleva candidarsi governatore ed ha rinunciato, ha fondato un partito con Giulio Tremonti soltanto pochi mesi fa, non ha dubbi: "Tra senatore italiano e assessore in Sicilia rimango in Sicilia per i cinque anni".

"Musumeci conosce benissimo questa ipotesi" ha poi sottolineato Sgarbi, precisando che se dovesse sfumare l'"opportunita'" di diventare ministro "resterò in Sicilia, non mi interessa fare il deputato". Il primo atto che faro' da assessore regionale - annuncia il titolare della delega ai Beni culturali e all'identita' siciliana - e' la ricostruzione del tempio G di Selinunte attraverso la fine dell'istruttoria del 2013 a cui mancava solo l'autorizzazione dell'assessore che io daro' immediatamente con finanziamenti privati altissimi che sono gia' stati trovati. "Questa figura dovra' essere come Botta, Paolucci, Piano, che viene chiamato per vedere se lo sviluppo urbanistico, un restauro e' fatto secondo criteri corretti".

Intanto gli uffici di Palazzo dei Normanni hanno ricevuto i verbali completi dalle Corti d'appello provinciali delle proclamazioni degli eletti all'Assemblea, compresi quelli del listino regionale. Sarà invece il presidente della Regione a indicare la data per l'insediamento dell'Ars e convocare la prima seduta non appena riceverà comunicazione da Palazzo dei Normanni dell'avvenuta trasmissione dei proclamati.