Pandora e la pubblicità accusata di sessismo

Pandora e la pubblicità accusata di sessismo

Sconcerto a Milano per alcuni manifesti pubblicitari dall'aria sessista. "Un ferro da stiro, un pigiama, un grembiule, un bracciale Pandora". Ad affiggerli è stata Pandora, noto colosso di gioielli danesi. Secondo te cosa la farebbe felice?": "quando la foto della campagna pubblicitaria dell'azienda di gioielli Pandora ha iniziato a girare sul web, qualcuno ha sperato in uno scherzo. Parole indubbiamente sessiste per la maggioranza delle persone, parole che hanno fatto sollevare un enorme polverone.

Su Facebook, su Twitter tantissimi i commenti e le critiche che hanno travolto Pandora e il reparto marketing e pubblicità dell'azienda.

Pandora forse non voleva urtare la sensibilità delle donne con quella pubblicità, ma, viste le innumerevoli critiche, è stata costretta a chiedere scusa. Abbiamo notato però che il messaggio a volte è stato frainteso, per questo vogliamo raccontarvelo meglio. Questa iniziativa nasce proprio da una ricerca che ha evidenziato come la maggior parte delle donne a Natale riceva sempre il regalo sbagliato.

Il 2 dicembre, Pandora ha pubblicato sulla sua pagina Facebook due messaggi in cui parlava della pubblicità. Da sempre Pandora ha a cuore le donne e quest'anno vuole aiutarle a trovare sotto l'albero il regalo perfetto. Quante di noi a Natale hanno ricevuto qualcosa di non gradito? L'intento era di scherzare un po' su alcuni clichè italiani.