Niente voluntary agreement — Milan bocciato dall'UEFA

Niente voluntary agreement — Milan bocciato dall'UEFA

COSA RISCHIA - Il Milan verrà ora sanzionato dalla Uefa e costretto a sottoscrivere il Settlement Agreement.

Dopo i risultati altalenanti, il Milan non riesce a vedere la luce nemmeno per quanto riguarda i conti: la Uefa avrebbe deciso di bloccare il voluntary agreement richiesto dal club per il Financial Fair Play. Ho il massimo stima e rispetto per il presidente della commissione.

Non si tratta di un particolare di poco conto perché il progetto finanziario su cui regge a nuova società rossonera passava ovviamente dal nullaosta del massimo organismo sportivo continentale. Noi abbiamo fornito all'Uefa una documentazione molto completa e anche in questi giorni abbiamo aggiornato con altre informazioni il dossier. Il Milan ha dimostrato grande disponibilità e accetterà qualsiasi decisione.

La peggiore delle ipotesi sta per diventare realtà. Non c'è né ottimismo né pessimismo, oggi è impossibile fare previsioni. C'è totale fiducia che la decisione venga presa in buona fede e che non sia stata ancora presa. "Se non ci dovesse essere risposta positiva, bisognerà capire quali club possono effettivamente avvalersene". C'è la consapevolezza che stiamo attraversando un periodo di rinnovamento che è complesso. Anche il cambio di tecnico e l'avvento di Gennaro 'Ringhio' Gattuso non ha portato l'apporto sperato: proprio contro i rossoneri il Benevento, la squadra dei record negativi non solo in Italia ma in Europa, è riuscito a trovare l'unico punticino (e probabilmente l'ultimo) della sua comparsata in Serie A. In ultimo, ma non in ultimo di importanza, il flop Leonardo Bonucci, strapagato in estate e dimostratosi, all'atto pratico, non all'altezza della situazione. Serve tempo, ci vorranno 4-5- partite per vedere qualche risultato sia sul piano tattico che fisico. Mercato? Uno o due errori li abbiamo commessi. "Chi non sta rendendo come ci si aspettava tornerà presto a rendere ai suoi livelli". "Ma abbiamo comprato giocatori forti".