Missione VITA terminata: Paolo Nespoli torna sulla Terra

Missione VITA terminata: Paolo Nespoli torna sulla Terra

La navetta russa Soyuz con a bordo l'astronauta di Verano, Paolo Nespoli, è atterrata sulla Terra. Nella mattinata del 14 dicembre alle ore 9.37 (ora italiana), Nespoli, astronauta dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa) insieme ai compagni di equipaggio l'americano Randy Bresnik (Nasa) e il russo Sergei Ryazansky (Roscosmos) hanno toccato di nuovo il suolo terrestre con piedi.

Lavoro intenso. Si è così conclusa con successo, dopo 139 giorni, 2224 orbite e 94 mila km di viaggio la missione VITA (acronimo di Vitality, Innovation, Technology and Ability) in cui Paolo Nespoli ha condotto oltre 60 esperimenti, trasformando il suo corpo in un laboratorio per la scienza. La navicella come previsto si e' posata alle 09:38 nelle steppe del Kazakistan. ora cominceranno le operazioni di estrazione degli astronauti dalla Soyuz. AstroPaolo ha lasciato il suo saluto dallo spazio, un semplice "Arrivederci", nell'ultimo dei numerosi tweet che ha inviato durante la missione Vita, dell'Agenzia Spaziale Italiana (Asi). Dopo quasi 5 mesi di permanenza sulla stazione spaziale internazionale (GUARDA LA PARTENZA), ed il record di 350 giorni nello spazio (è l'astronauta italiano con il maggior numero di giorni) e le 5.000 orbite attorno alla Terra, Nespoli è pronto a rientrare a casa. Sessant'anni anni compiuti lo scorso 6 aprile, l'italiano detiene anche il primato di astronauta europeo meno giovane a essere stato lanciato nello spazio. A bordo della stazione spaziale Nespoli ha portato a termine tutti gli 11 esperimenti che gli sono stati assegnati, oltre a seguirne altri 200 circa che erano in corso al momento del suo arrivo. In una classifica mondiale si posiziona al terzo posto tra i viaggiatori spaziali più anzini dopo gli americani John Glenn e Story Musgrave. Per seguire quotidianamente la missione è stata inoltre realizzata un'apposita app chiamata Spac3.